Pubblicato in: Due pesi due misure, Notizie buonine

Disdire il canone RAI

CANONE RAI 2014: ECCO COME FARE PER NON PAGARLO RISPETTANDO LA LEGGE.

A COLLOBIANO (VERCELLI) LO PAGA IL 100% DELLE FAMIGLIE MENTRE A CASAL DEL PRINCIPE (CASERTA) LO PAGA SOLO IL 9%. PIÙ DELLA METÀ DEL SUD LO EVADE.

Vi sono due tipologie di canone RAI: il canone TV ordinario e il canone Radio-TV speciale. Quest’ultimo è dovuto da quanti detengono uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio-televisive fuori dall’ambito familiare nell’esercizio di un’attività commerciale e a scopo di lucro diretto o indiretto (alberghi, bar, ristoranti, uffici etc.). Il canone TV ordinario riguarda la detenzione nell’ambito familiare (abitazione privata) di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio-televisive. In questo caso si paga un solo abbonamento per ogni nucleo familiare. I termini di pagamento sono il 31 gennaio per il pagamento annuale (113,50 euro); il 31 gennaio e il 31 luglio in caso di pagamento semestrale (57,92 euro) e il 31 gennaio, 30 aprile, 31 luglio e 31 ottobre se si preferisce il pagamento a rate (30,16 euro).

La disdetta del canone RAI denunciata entro il 31 dicembre dispensa dal pagamento dal 1° gennaio dell’anno successivo. La disdetta del canone RAI denunciata entro il 30 giugno dispensa dal pagamento dal 1° luglio. Qualora il contribuente abbia già corrisposto l’intera annualità non è previsto per legge chiedere il rimborso. Poiché il pagamento trimestrale costituisce una rata del canone RAI semestrale, non è possibile dare disdetta del canone senza aver corrisposto almeno l’importo per il semestre.

La disdetta del canone RAI è possibile esclusivamente quando:

  1. cedi tutti gli apparecchi detenuti dando esatta comunicazione delle generalità e dell’indirizzo del nuovo detentore;
  2. comunichi di non detenere alcun apparecchio fornendone comunicazione (per esempio, nei casi di rottamazione, furto o incendio);
  3. chiedi il suggellamento degli apparecchi in tuo possesso.

Disdetta del canone RAI per cessione degli apparecchi detenuti

In questo caso la disdetta deve essere inviata a mezzo raccomandata a:

Agenzia delle Entrate
Direzione Provinciali I di Torino Ufficio Territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T
Casella Postale 22
10121 Torino

Lo sportello S.A.T. ti invierà un modulo di dichiarazione integrativa della disdetta che dovrà essere debitamente compilato, anche con l’indicazione del tipo di apparecchi detenuti, firmato dal cedente e dal cessionario e restituito per la definizione completa della richiesta di annullamento.

Disdetta del canone RAI per non detenzione di alcun apparecchio (ad esempio per rottamazione, furto o incendio)

Devi inviare la disdetta a mezzo raccomandata a:

Agenzia delle Entrate
Direzione Provinciali I di Torino Ufficio Territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T
Casella Postale 22
10121 Torino

Anche in questo caso, lo sportello S.A.T. ti invierà un modulo di dichiarazione integrativa della disdetta in cui riporterai il tipo di apparecchi detenuti, firmato e restituito per la definizione completa della richiesta di annullamento.

Disdetta del canone RAI attraverso il suggellamento degli apparecchi

Se intendi rinunciare al canone RAI senza cedere ad altri i tuoi televisori devi presentare disdetta, entro il 31 dicembre, devi chiederne il suggellamento che consiste nel rendere inutilizzabili, generalmente mediante chiusura in appositi involucri, tutti gli apparecchi che detieni. La richiesta dispensa dal pagamento dal 1° gennaio dell’anno successivo.

Oltre a chiedere il suggellamento devi versare 5,16 euro per ogni apparecchio da suggellare a:

Ag. delle Entrate
DP I Uff. Terr. To 1
Casella Postale 22
10121 – Torino
Vaglia e Risparmi

Indicando nella causale il numero del canone RAI.

La disdetta deve essere inviata a mezzo raccomandata a

Agenzia delle Entrate S.A.T. Sportello Abbonamenti TV
Ufficio Torino 1
c.p. 22
10121 Torino

Riceverai dal S.A.T un modulo di dichiarazione integrativa della richiesta di suggellamento dove indicherai la marca dei televisori, la loro ubicazione, orari di disponibilità per procedere al suggellamento da parte degli organi competenti (guardia di finanza), che dovrà essere restituito debitamente compilato ai fini di una corretta e completa definizione della pratica di annullamento.

* Fonte RAI, Sole24, KRLS NETWORK OF BUSINESS, trovato qua.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

Messo il tag:

Un pensiero riguardo “Disdire il canone RAI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.