Pubblicato in: Sottomessi e sanguinari

Taqiyya all’opera

Mentire in modo sistematico all’infedele è una parte essenziale delle tattiche Islamiche.

Questo in accordo con il principio della Taqiyya — L’inganno religioso (vedi Islam 101 di Gregory M. Davis) e non sono io o Davis a dirlo, è scritto nel corano che secondo i sottomessi ovvero gli islamici o musulmani che dir si voglia è emanazione diretta del divino. Per loro quel testo è emazione diretta del loro (sanguinario) dio e non deve essere nè tradotta nè interpretata bensì applicata. Alla lettera.

Ora vi invito a leggervi quel pezzo che è purtroppo un po’ lungo ma credo vi farà aprire gli occhi. La taqiyya, la dissimulazione o inganno religioso nei confronti dell’infedele ha piena autorità coranica (vedi 3:28 and 16:106) ed è il modo naturale col quale il musulmano deve e sottolineo deve trattare l’infedele: l’inganno e l’omissione.

Ora immagino che avrete sentito i musulmani, i sottomessi (traduzione letterale di islamico dall’arabo) riempirsi la bocca con la storiella che la loro sarebbe una religione di pace, ripetendo come dei pappagalli che quella islamica sarebbe amante della pace. Falso. Quelli amano solo sottomettere tutto e tutti al loro folle credo.

Chi legge queste note sarà scettico perché dà per scontato il principio di non contraddizione, mentre Maometto se ne beffa tanto da sostiuirlo col principio di “abrogazione”. Quando i più sagaci fecero notare a Maometto che le rivelazioni di Allah non erano costanti nel tempo quello se ne è uscito “illuminandoci”: lo stesso Corano stabilisce il principio di abrogazione:

2:106. Qualsiasi Versetto (rivelazione) Noi {Allah} abroghiamo o facciamo dimenticare, Noi ne mandiamo di migliori o simili in loro vece. Non sai tu che Allah è capace di fare ogni cosa?

Il principio di abrogazione — al-naskh wa al-mansukh (l’abrogante e l’abrogato) — sancisce che i versetti rivelati in un periodo posteriore nella carriera di Maometto “abrogano” — cioè., cancellano e rimpiazzano — versetti anteriori le cui istruzioni possano essere in contraddizione con i successivi. Così, passaggi rivelati posteriormente nella carriera di Maometto, a Medina, cancellano passaggi rivelati anteriormente alla Mecca.

Agli inizi, a Medina il Maometto faceva il pucci pucci perché non aveva forza militare. Dopo quando era alla Mecca Allah ha “chissà perché” cambiato idea. A questo aggiungete il piccolo dettaglio che il corano NON è esposto in ordine cronologico e traete l’unica conclusione possibile. Lascio al lettore il facile ragionamento e decidere da solo se si deve fidare dei musulmani quando si trovano in terre non-musulmane, ovvero nel dar al-harb (“casa della guerra”, contrapposta al dar al-Islam, la “casa della sottomissione”, ovvero le nazioni sottomesse al culto maomettano).

Izzedin Elzir in un fulgido esempio di inganno religioso.
Izzedin Elzir in un fulgido esempio di inganno religioso.

L’imam Izzedin Elzir in una intervista su lettera43.it mostra in modo esemplare come si sforzi di ingannare noi, i cani infedeli. Egli testualmente afferma:

Ma tutto quello che l’Isis fa e rappresenta è assolutamente contrario all’Islam. L’islam come pensiero, come teologia, fin dai tempi del profeta Muhammad – «la pace sia con lui» – ha sempre rispettato le altre fedi religiose. Non si può uccidere una persona perché ha un credo diverso o imporle di convertirsi all’Islam con la forza. Il rispetto degli esseri umani, della vita e della dignità è la base di tutto.

Egli omette di trascurare il piccolo, piccolissimo dettaglio.

Maometto NON ha “rispettato” le altre fedi religiose.

Maometto HA ucciso altre persone esattemente perché si rifiutavano di sottomettersi al culto da lui fondato.

Se sgozzare circa oltre settecento non musulmani in un solo giorno e schiavizzarne donne e bambini vi sembra rispettare le altre fedi fate vobis. Ah, gi’ lui la vita e la dignità delle persone le rispetta, per questo ha sterminato tutti gli uomini deidei Banu Qurayza.

Maometto li ha sterminati. Tutti in un solo giorno. Sgozzandoli.

Capite perciò perché i musulmani amano tanto sgozzare gli infedeli. Cercano di imitare “l’uomo ideale”, Maometto  al-insan al-kamil (“l’uomo ideale”).

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

5 pensieri riguardo “Taqiyya all’opera

  1. Le più comuni balle islamiche

    ‘Non sono d’accordo ma… (giustifica il terrorismo)’
    ‘Però gi americani/le crociate/inserisci altrra nazione o gruppo storico… (tattica del quoque tu)’
    ‘l’ISIS/al qaida/Hamas/Hezbollah hanno messo in cattiva luce i poveri musulmani europei, adesso loro sono le vere vittime di charlie hebdo/metropolitana di Londra/maratona di Boston perchè (spudorato giocare la victim card)’
    ‘Questo succede perchè la shariah non è stata applicata correttamente, in realtà la sharian non differisce così tanto dalle vostre leggi (ogni volta che succede che qualche islamico fa fuori la moglie o la figia, o quando semplicemente si critica la shariah’.
    Infine si arrischiano con quest’ultimo che potrebbe rivelarsi un arma a doppio taglio, al contrario dei precedenti ‘voi no avete mai letto il corano, se lo leggete correreste tutti a convertirvi all’islam’.

    I musulmani io li preferisco chiamare maomettani. Per loro stessa ammissione (quelli che non mentono almeno) maometto è più importante di allah, e sono disposti a tollerare bestemmie sul secondo, ma non sul primo. E se dicono qualcosa tirano sempre in ballo il ‘profeta’.
    Da quel poco che ho letto del corano, ho avuto l’impressione realistica che maometto era un gran volpone, un uomo studiato e furbo che si fingeva ignorante e analfabeta per aquisire aura divina e attarre seguaci, in chiave fantasy porrei maometto al posto di aladdin (o meglio jafar) e allah al posto del genio della lampada, dato che il corano lo descrive come essere passivo e servile, non come quello che dovrebbe essere un dio.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.