Pubblicato in: Citazioni, Farlocchi, Italiano, Neo-lingua

NON è la traduzione di nigger!

Un venerdì qualunque, il 15 marzo 2013, il magnifico dottor Manhattan pubblicava sul suo seguitissimo Antro atomico l’ennesimo pezzo sulle pubblicità fuorvianti di Topolino, quella del dicembre 1974. Come al solito gustosissimo, con quello stile un po’ guascone, un po’ fanciullesco e contemporaneamente disincantato che fa sorridere i nati in quel decennio.

Solo che questo contiene una perla che fà star male gli alfieri del  politicamente corretto ad ogni costo. La prova che i soldati della neo-lingua hanno condotto una guerra lunga decenni per anglificare nei fatti l’italica lingua il fiorentino in uso nell’italico stato.

Verso la fine del pezzo troviamo:

"la pettinatura da dea greca", che, attenzione, è "nata nello stesso paese di Laura Antonelli",
“la pettinatura da dea greca”, che, attenzione, è “nata nello stesso paese di Laura Antonelli”,
"Sensibile come un'antilope nera (che non esiste!", di diciotto anni e di New Orleans, che "CANTA E BALLA COME SOLO I NEGRI SANNO FARE".
“Sensibile come un’antilope nera (che non esiste!”, di diciotto anni e di New Orleans, che “CANTA E BALLA COME SOLO I NEGRI SANNO FARE”.

L’avete letta, vero? Bene prima vi propongo la definizone che dà dizionario-italiano.it:

che per razza è di pelle nera o scura, capelli lanosi, labbra tumide come la maggior parte dei popoli africani

Poi quella di dizionario da poveri pirla, uno che non lo conosce nessuno. Un tal Treccani:

2. agg. e s. m. In antropologia fisica, appartenente alle etnie (sudanese, nilotica, cafra, silvestre, batua, andamanese, aetide), viventi per lo più in Africa e in poche regioni dell’Asia, comprese nel ceppo negride (v. questa voce). …

Ma qual’è quest’orrida parola?

Negro NON è offensivo in italiano.

O meglio non lo era fino a pochi anni fa, quando il fuoco di fila dei soldati politicamente corretti della neo-lingua ha pensato bene che negro non avesse dignità di parola italica fiorentina ma che dovesse essere inteso – cosa che invece NON è – come la traduzione per assonanza dell’offensivo nigger inglese.

In ciò mostrano la loro proverbiale ignoranza e grettezza della loro sedicente superiorità culturale.

Tanto e tale è stato l’ignorante fuoco di fila neolinguistico e farlocco che la Treccani ha dovuto poi cedere a questa strisciante forma di anglificazione aggiungendo che:

Nell’uso attuale, negro (corrisp. all’angloamer. nigger) è avvertito o usato con valore spreg., sicché in ogni accezione riferibile alle popolazioni di colore e alle loro culture gli si preferisce (analogam. a quanto avvenuto in Paesi in cui la questione razziale era particolarmente viva) l’agg. e sost. nero (corrispondente all’ingl. black e al fr. noir).

Tanto vale che la finisca di scrivere in italiano fiorentino e che cominci a scrivere in meneghino, lombardo, milanese con testo a fronte in inglese.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

7 pensieri riguardo “NON è la traduzione di nigger!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.