Pubblicato in: Confronti - comparisons, Facce da gluteo

Risparmiate 4800€/anno a testa vi schifa?

Questa è veramente incredibile. Triskel che scopiazza articoli a manetta è tuttavia utile perché oggi riporta degli sgravi fiscali per chi sceglie scuole paritarie

Ovvove, ovvove, vanno gridando i sinistri alfieri dell’aliquota fiscale al 100%, che sarebbe la breccia di CL.

Sparte che CL un arazzo visto che la stragrande maggioranza delle scuole paritarie non sono affatto gestite da CL. Non solo. CL ha poche scuole e le altre le guarda dall’alto in basso.

Ovvove, dicevo, perché la enorme detrazione di 130€ a bambino, costerà 50 milioni l’anno. Ma prendete per i glutei? No, giusto per capire, lo stato spende per ogni singolo bambino in una scuola statale settemila euro l’anno (vedi “Gentile signor filosofo” e “Cornute e mazziate”). Non 130€. Settemila.

Anche così ogni famiglia che manda i propri bambini in una scuola privata fa risparmiare allo stato oltre 6600€ l’anno.

Scrivono così

… Nella bozza che entra in Consiglio dei ministri c’è un piccolo passaggio che prevede una sorta di nuovo “buono scuola” – sotto forma di detrazione fiscale del 22% fino a un massimo di quattromila euro per alunno – per chi iscrive i suoi figli a una scuola privata. Andasse così, sarebbe un’enorme defiscalizzazione – pagata dalla collettività – a favore delle scuole non statali, che poi sono in larga maggioranza cattoliche.

A parte il fatto che 4000 non son 130, ma qui mi perdo nei dettagli. Ma anche se fosse 4000€ di deduzione, lo stato ci guadagnerebbe comunque un bel po’ per ogni bimbo, bambino e ragazzo che frequenta le paritarie.

E no, non serve copertura, perché se potessimo spostare un un lampo tutti i bambini ed i ragazzi che vanno alle oVVibili private sul groppone dello sDado, beh, altro che 50milioni.

…dati Miur 2012: alunni delle scuole statali: 7.737.639; alunni delle scuole paritarie: 1.036.403, di cui 702.997 iscritti alle scuole cattoliche. Finanziamento totale alle scuole statali: 40.596.307.956; finanziamento totale alle scuole paritarie: 498.928.558 euro. Costo allo Stato in media per alunno di scuola statale: 5.246,60 euro; costo allo Stato in media per alunno di scuola paritaria: 481,40 euro. Le scuole paritarie, dunque, in un anno, hanno fatto risparmiare allo Stato la bella cifra di 5.000.000.000 (cinque miliardi) di euro.

Inoltre la loro faccia di guano non conosce confini perché da una parte continuano a dire che bisogna incentivare il lavoro femminile, poi si lamentano che – oVVove oVVove – lo Stato finanzia gli asili privati. Con una fottuta frazione di quanto spenderebbe a mettere in piedi asili statali. Che non basteranno MAI ad accogliere tutti i bambini.

Qui le orride paritarie fanno in modo esemplare un servizio pubblico che lo stato non è in grado di erogare nonostante ci sprema di tasse peggio del pavido avido re Riccardo usurpatore di Robin Hood.re-riccardo-robin-hood-disney

… Per le spese di iscrizione all’asilo ad esempio – due terzi dei bimbi delle private (621.919) – lo sgravio esiste già e ha un tetto di spesa a 650 euro. Per questo stime governative – se il testo resterà questo – parlano di un costo per l’erario poco sotto il miliardo di euro.

Risultato: decine di milioni che andranno ad aggiungersi ai circa 700 l’anno che già lo Stato spende per le paritarie tra sgravi e finanziamenti diretti. E tanti saluti al “senza oneri per lo Stato” scritto in Costituzione.

Allora, facciamo così. Da domani i miei figli li mando in una fottuta scuola statale. E con me potrebbero farlo tutti gli altri: lo stato non ha il dovere i istituire le scuole gratuite per tutti? Si ritroverebbe con extra costi stimabili in 4765€ l’anno per studente. Moltiplicato per il 1.036.403 di idioti iscritti alle scuole paritarie farebbe un aumento di costi per lo stato di 4 miliardi e 938milioni di extra-costi all’anno. Eccolo il vostro “senza oneri”.

Allora facciamolo veramente senza oneri. Lo stato preventiva un tot per bimbo del nido, un tot per bimbo dell’asilo, un tot per le elementari, le medie e le superiori. Ed i finanziamenti li distribuisce alle scuole così n°alunni x tot.

Di-che-cosa-stiamo-parlando?

Ho amici, parenti e conoscenti che lavorano per scuole pubbliche. Come ho amici, parenti e conoscenti che lavorano per scuole private. E accidenti, quelli che lavorano per la scuola privata si fanno un mazzo così.

Oltre poi scoprire che molte molte fra le migliori scuole d’Italia sono le paritarie cattoliche che costano in totale (tra retta e contributi statali) molto molto meno dell’equivalente pubblica che lavora peggio.

Moltissime scuole paritarie – oserei dire la stragrande maggioranza – hanno rette e costi che sono molto molti pià bassi delle spesa pro-alunno di cui godono le scuole pubbliche, dei soldi che lo stato – cioè noi cittadini, ricordiamoceli – cacciano dentro al carrozzone pubblico.

Gli scribacchini de Il Fatto Quotidiano vivono in un campo di distorsione della realtà fortissimo, maggiore di quello dei clienti Apple dell’epoca d’oro, quella di GibGiob.

Ah, quasi dimenticavo: quei 400erotti che lo stato spende per i bambini cittadini di serie B che sfigati vanno alla scuola privata credo siano in buona parte dovuti ai libri.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

Un pensiero riguardo “Risparmiate 4800€/anno a testa vi schifa?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.