Pubblicato in: Le tasse sono una cosa bellissima

Non dai ricchi ma dal governo!

Robin Hood didn't "steal from the rich and give to the poor." He stole from a corrupt government and gave it back to overtaxed citizenry - Emily Zanotti

Non ci avevo mai pensato in questi termini, ma se pensate alla vicenda di Robin Hood è esattissimamente così

Robin Hood non “rubava ai ricchi per dare ai poveri”.re-riccardo-robin-hood-disney
Robin Hood “rubava” ad un governo corrotto e restituiva il maltolto alla ipertassata cittadinanza.

Svaligiava il tesoro del principe Giovanni – il falso re d’Inghilterra – e dello sceriffo di Nottingham per restutire le tasse spremute con violenza. Perfino il cartone della Disney lo stigmatizza!

(Source: abr via conservativelibrarian, via nomosshere)

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

16 pensieri riguardo “Non dai ricchi ma dal governo!

  1. Beh, da bravo cristiano dovresti dire che sbagliava e che bisogna pagare le tasse, morire in povertà e sperare che il ricco corrotto vada all’inferno e tu in paradiso. A quanto ricordo, la religione cristiana dice di affidarsi a dio e non cercare di cambiare le cose con le proprie forze…

    "Mi piace"

      1. Quando ho fatto il catechismo il prete diceva di affidarsi a dio e di essere come bambini davanti a lui, dato che lui alla fine sistemerà tutto. L’insegnate di religione diceva che un bravo cristiano non fa niente contro la mafia e pensa solo a comportarsi da bravo cristiano, a pregare, a digiunare e ad avere fede. Forse quella che pratichi tu è una bella religione, ma di certo non è cristianesimo. Sono i religiosi a dire cosa è cristianesimo e cosa no, non i laici.

        "Mi piace"

        1. Non sono i religiosi. Il cristianesimo è quello che c’è scritto nei Vangeli. Non fare niente contro la mafia non è cristiano, è codardo.
          Si chiama “peccato di omissione” ed è male tanto quanto farlo.
          Affidarsi a Dio vuol dire avere la speranza che le cose si riesca a metterle a posto, mica fare niente. Il tuo insegnante di religione era di fatto un fiancheggiatore della mafia.
          Vedi Matteo 18 dal versetto 15 al 30 (ps i debiti si intendono anche di cose buone non fatte, non va inteso in senso solamente letterale).
          Quel prete, quell’insegnante di religione erano dei falsi. Quanti danni avranno fatto? In questo caso loro sono come quelli che danno “scandalo ai piccoli”. Guai a loro!

          "Mi piace"

        2. Ho fatto il chierichetto, il cerimoniere, il sacrestano per una dozzina d’anni, ho cantato in un coro per dieci ed il lettore per cinque: di preti, monsignori ne conosco un po’ quella perla qui dei loro colleghi gliela faccio leggere. Poi vedo di buttar giù quattro righe…
          Comunque quello che tu hanno raccontato non è cristianesimo. Non significa staccare il cervello ed agire come un deficente.

          "Mi piace"

        3. Btw, laico non è sinonimo di rincoglionito che deve chinare il capo ma solo “che non ha preso voti”. Tutti i battezzati – padronissimo di non crederci – hanno dignità sacerdotale. Quei due mettevano in pratica in principio che è anti evangelico al massimo: “mantienili stupidi ed ignoranti, rimarranno umili e sottomessi” che è il contrario dell’evangelico “la Verità vi farà liberi”.
          É un miracolo che tu non sia diventato un genio del male nazista con insegnanti così. ☺

          "Mi piace"

          1. No, ma sono diventato ben di peggio, ossia un ateo razionalista e scientifico. Ti ricordo che la Chiesa non si è mai alleata con gli atei, ma non si è mai fatta problemi ad allearsi con i nazisti, quindi vuol dire che per loro gli atei sono peggio dei nazisti.

            Riguardo alla laicità, semplicemente credevo che un sacerdote o un insegnante di religione avessero studiato la dottrina molto più di un laico, e quindi sapessero di cosa stavano parlando. Continuo a pensare la stessa cosa, loro hanno la posizione ufficiale, quindi conoscono la dottrina. E’ come confrontare un neodiplomato geometra con un architetto: tra i due credo di più al secondo. Penso che quello di cui parli tu sia la tua visione personale del cristianesimo.

            L’esempio di quei due mi ha convinto a stare molto lontano dal cristianesimo, dato che professava idee che mi facevano semplicemente vomitare. Stare zitti e buoni, pregare e affidarsi a dio, durante le guerre di mafia a Palermo… Un periodo in cui i mafiosi ammazzavano più persone che conigli, e i preti siculi dicevano che “la mafia non esiste” e che “l’antimafia rovina solo l’immagine del Sud”. Ovviamente i preti dicevano ciò dietro ordini superiori.

            Quando poi, qualche anno dopo, il vecchio polaccone disse “mafiosi convertitevi!”, si misero tutti a ridere e i mafiosi ridevano più forte di tutti. Qualcuno avrebbe dovuto spiegare a quel vecchio arteriosclerotico che senza i voti della DC presi nei quartieri mafiosi l’Italia sarebbe andata in mano ai comunisti, e che quelli avrebbero fatto la festa a lui e al Vaticano. Povero vecchietto.

            Tra parentesi, ma io avevo capito che tu fossi qualcosa tipo un evangelico. In caso, cosa te ne può fregare dei problemi della chiesa cattolica?

            "Mi piace"

            1. Ti ricordo che la Chiesa non si è mai alleata con gli atei, ma non si è mai fatta problemi ad allearsi con i nazisti, quindi vuol dire che per loro gli atei sono peggio dei nazisti.

              La Chiesa cattolica è casomai stata avversaria dei nazisti. Vedi https://it.wikipedia.org/wiki/Opposizione_delle_Chiese_al_nazismo#Chiesa_cattolica
              Il concordato serviva di fatto per non essere “cacciati” dalla Germania; la strategia di Pio XI era di cercare di tenere un piede in germania per poter continuare ad appoggiare i tedeschi contrari al nazismo.

              Gli atei non sono peggio dei nazisti, per il semplice motivo che i primi non vanno in giro a fare genocidi, i secondi sì. Avere fede non è condizione sufficiente ad essere buoni. Ma è molto più importante sforzarsi di essere buoni. E se ti han fatto diventare ateo beh… Sai c’era un certo pescatore zuccone analfabeta che qualche tempo addietro si è reso conto che se si fa il bene vale molto di più che dire di avere la fede e poi compiere il male.

              Riguardo alla laicità, semplicemente credevo che un sacerdote o un insegnante di religione avessero studiato la dottrina molto più di un laico, e quindi sapessero di cosa stavano parlando.

              Ipotesi aimè smentita spesso e volentieri dai fatti. Purtroppo la malvagità e la stupidità non sono razziste e xenofobe ed infestano senza fare discriminazioni religiose.

              Continuo a pensare la stessa cosa, loro hanno la posizione ufficiale, quindi conoscono la dottrina.

              Qui inverti causa ed effetto. Chi conosce la Buona Notizia E la mette in pratica È la posizione ufficiale. Le persone vanno giudicate dalle opere, non da quello che dicono (vedi Farisei eccetera).

              E’ come confrontare un neodiplomato geometra con un architetto: tra i due credo di più al secondo. Penso che quello di cui parli tu sia la tua visione personale del cristianesimo.

              La Chiesa aveva certi comportmenti quando la stragrande maggioranza era analfabeta. Guarda che neppure il papa è infallibile. La cosidetta infallibilità vale solo per alcune “verità di fede”. E quelle sono dosate col contagocce.

              L’esempio di quei due mi ha convinto a stare molto lontano dal cristianesimo, dato che professava idee che mi facevano semplicemente vomitare.

              Tu sei rimasto giustamente scandalizzato. Quei due Lui li avrebbe presi a pedate nel culo. Ed i loro superiori.

              Stare zitti e buoni, pregare e affidarsi a dio, durante le guerre di mafia a Palermo… Un periodo in cui i mafiosi ammazzavano più persone che conigli, e i preti siculi dicevano che “la mafia non esiste” e che “l’antimafia rovina solo l’immagine del Sud”. Ovviamente i preti dicevano ciò dietro ordini superiori.

              AFAIK ci son stati anche (numerosi?) preti che hanno contrastato la mafia.

              Quando poi, qualche anno dopo, il vecchio polaccone disse “mafiosi convertitevi!”, si misero tutti a ridere e i mafiosi ridevano più forte di tutti. Qualcuno avrebbe dovuto spiegare a quel vecchio arteriosclerotico che senza i voti della DC presi nei quartieri mafiosi l’Italia sarebbe andata in mano ai comunisti, e che quelli avrebbero fatto la festa a lui e al Vaticano. Povero vecchietto.

              Il polaccone come dici tu i comunisti quelli veri, quelli che ti mandavano nei gulag li ha conosciuti davvero. Ti pare che si facesse intimorire dalle minacce mafiose? Il comunismo ha fatto “un po’ più” di morti della mafia.

              Tra parentesi, ma io avevo capito che tu fossi qualcosa tipo un evangelico. In caso, cosa te ne può fregare dei problemi della chiesa cattolica?
              Evangelico io? No, davvero, no. Figurati che sono così cattolico da avere avuto la possibilità di scambiare due parole a tu per tu con un camerlengo (quello che regge l’interim tra un papa e l’altro).

              "Mi piace"

              1. Grazie per le risposte. Fammi sapere cosa ne dicono i togati, sarei proprio curioso.

                Il polaccone come dici tu i comunisti quelli veri, quelli che ti mandavano nei gulag li ha conosciuti davvero.

                Mi sono spiegato male. Volevo dire che probabilmente lui non capiva la situazione italiana, in cui i voti della DC (presi nelle zone mafiose) hanno impedito l’arrivo dei comunisti. La DC e la mafia hanno salvato la chiesa in italia, nonostante i cristiani di oggi soffrano di una strana amnesia e di una tendenza a sputare nel piatto in cui hanno mangiato per 50 anni. Ricordo ancora quando i preti durante le omelie sputavano fuoco e fiamme ordinando ai fedeli di votare DC!

                AFAIK ci son stati anche (numerosi?) preti che hanno contrastato la mafia.

                Pochissimi, e venivano trattati come lebbrosi dai colleghi e dai superiori. I vescovi, in particolare, li criticavano perchè “facevano politica” e “davano scandalo” quando denunciavano le situazioni di degrado. Il prete antimafia era raro come una mosca bianca.

                Le persone vanno giudicate dalle opere, non da quello che dicono

                Il prete aveva l’abito talare, aveva fatto i suoi anni di seminario, aveva passato l’esame finale e aveva la parrocchia . A me basta per dire che era il rappresentante ufficiale della chiesa e che quello che faceva era in linea con le politiche ufficiali. Se non fosse stato così lo avrebbero spretato, o no?

                Gli atei non sono peggio dei nazisti

                Veramente i preti con cui ho parlato dicevano senza cristianesimo non si può essere persone morali e che gli atei sono tutti immorali e malvagi dato che non hanno il “timore di dio”. Inoltre, dicevano che i casi di pedofilia nella chiesa sono tutte balle inventate dagli atei per coprire il fatto che i pedofili sono loro. Quando un prete mi vede automaticamente come malvagio, immorale e pedofilo solo perchè non prego il suo idolo, allora non vedo grandi possibilità di comunicazione.

                "Mi piace"

      1. Sai, il mio parroco faceva propaganda per un politicante locale, che io conoscevo benissimo come mafioso. Sapevo anche a quale clan faceva capo. Quando l’ho detto, quello si è incazzato a morte e mi ha fatto una tirata di mezz’ora sul “non giudicare”. Secondo lui, il fatto che lo giudicassi un mafioso mi rendeva molto peggio di lui, dato che solo dio può dare giudizi e che non potevo permettermi di giudicare qualcuno come mafioso solo perchè era parte di un clan mafioso ed era pluripregiudicato. E’ stato quello il momento in cui ho capito che il cristianesimo era una religione per malati di mente, vecchi moribondi e mafiosi. Tu sei in grado di spiegarmela questa? Non mi dire che lui sbagliava mentre tu sai tutto, fino a prova contraria l’abito talare lui lo aveva e tu non lo hai…

        "Mi piace"

        1. Sai, il mio parroco faceva propaganda per un politicante locale, che io conoscevo benissimo come mafioso. Sapevo anche a quale clan faceva capo. Quando l’ho detto, quello si è incazzato a morte e mi ha fatto una tirata di mezz’ora sul “non giudicare”.

          “Stà anche scritto” che col metro con cui giudicate sarete giudicati. Quindi quel prete lì, quel mafioso diciamolo pure ha di fatto perso qualsivoglia autorità facendo propaganda ad un mafioso.

          Secondo lui, il fatto che lo giudicassi un mafioso mi rendeva molto peggio di lui, dato che solo dio può dare giudizi e che non potevo permettermi di giudicare qualcuno come mafioso solo perchè era parte di un clan mafioso ed era pluripregiudicato.

          Tu non solo hai fatto bene a “giudicare qualcuno come mafioso solo perchè era parte di un clan mafioso ed era pluripregiudicato”. Si perdona solo chi si è pentito. Chi compie il male deve essere prima redarguito, poi fermato (vedi Matteo Mt 18,15-17 e https://it.wikipedia.org/wiki/Correzione_fraterna ). In questo caso tu ti sei comportato bene, come “vero discepolo” e quella persona malvagia ha usato l’abito talare come una maschera.

          E’ stato quello il momento in cui ho capito che il cristianesimo era una religione per malati di mente, vecchi moribondi e mafiosi. Tu sei in grado di spiegarmela questa? Non mi dire che lui sbagliava mentre tu sai tutto, fino a prova contraria l’abito talare lui lo aveva e tu non lo hai…

          Infatti ti dico che sì, lui sbagliava, ma non lo dico io, ma Uno che è sopra di me ed anche sopra a lui. E di un bel tocco:

          «Se il tuo fratello commette una colpa, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ti ascolterà, prendi con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà neppure costoro, dillo all’assemblea; e se non ascolterà neanche l’assemblea, sia per te come un pagano e un pubblicano.» Matteo 18,15-17

          In questo caso chi è “il fratello che commette una colpa”? Di certo non tu!

          «E chiunque avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono, meglio sarebbe per lui che gli fosse messa al collo una macina da mulino e fosse gettato in mare.» Matteo 9,42

          Lo sai chi sono “i piccoli che credono”? Le persone “normali”, quelli che non si ritengono importanti, le persone semplici, quelli come te, quando sei andato a parlarne con chi ritenevi avesse la fede. Ma quello non aveva la fede. Quella per lui è solo una maschera. Quello intriso di male era quello là, assolutamente indegno di farsi chiamare “sacerdote”. Un vero e proprio sepolcro imbiancato

          Quanto al fatto di essere semplici come dei bambini prova a leggere http://www.solagrazia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=60:assomigliarebambini&catid=1:op-evangelistici&Itemid=14 specialmente gli ultimi due paragrafi, tenendo presente che assomigliare a fanciulli si riferisce “all’entrare nel regno dei cieli”, cioè detto con parole molto diverse, ad essere buoni. Spesso – anzi sempre – non basta la propria volontà. Ci vuole che Qualcun altro ci metta la zampetta. E – padronissimo di non crederci – la zampetta nel tuo caso l’ha messa perché tu non sei diventato mafioso. E scusa se è poco.

          Sai, avendo il lettore/sacrestano/chierichetto per tanti anni il Vangelo lo conosco un pochino, abbastanza da sbugiardare certi stronzi (il prete ed l’insegnante di religione) senza incertezze.

          Mi ripeto, è già un miracolo che tu sia rimasto un “piccolo” scandalizzato, senza passare al lato oscuro.

          Con “amici” come questo “prete” e questo “insegnante” si capisce il detto “Dagli amici mi guardi Iddio, che dai nemici mi guardo io”.

          "Mi piace"

          1. Guarda, questa risposta “sono dei cattivi maestri che non predicano il vero cristianesimo” l’ho sentita tante volte e non ci ho mai creduto. Come mai i preti escono dal seminario con queste idee? Come mai non li ho MAI visti disciplinati, rimproverati o trasferiti per questo? Come mai non ho MAI visto uno dei loro superiori presentarsi e dire “Don Ciccino diceva cose non cristiane”? Ora, le possibilità sono due:

            A) La chiesa è gestita da Paperino, dato che seminari e disciplina interna non funzionano e i preti predicano il contrario di quello che dice la chiesa.

            B) Quei preti predicano il giusto, e la risposta “sono cattivi preti” serve solo quando passa qualcuno che ha ancora il cervello funzionante e si rende conto delle immondizie che dicono. Dato che la chiesa è frequentata solo da terroni semianalfabeti, vecchi moribondi e negri in fila per il pasto caritas, la strategia funziona molto bene.

            Non saprei, c’è una terza possibilità?

            "Mi piace"

            1. Direi la prima, prendere i voti non ti trasforma in un essere dell’intelletto superiore. Veramente io di preti disciplinati, mandati a monculo e/o caldamente consigliati a ritirarsi a vita monastica ne conosco perlomeno tre. E prima di diventare parroci. Sarò fortunato, sarà che la chiesa lombarda è un filo diversa da quella sicula.
              Tra l’altro i superiori AFAICS preferiscono che a fare ammenda ed a cambiare linea siano i diretti interessati.
              Inoltre sì, è vero alcuni preti essendo persone con un cervello, magari bacato, battono in testa e dicono cose non in linea con quelli sopra. Qui da noi c’è n’è uno che odia a morte Bossi, Salvini e Berlusconi. E lo dice dal pulpito. ☺
              Ecco questo io lo stimo più o meno come un gatto randagio

              "Mi piace"

            2. Giorgio de Capitani si chiama http://www.lettera43.it/politica/don-giorgio-il-prete-anti-cav_4367580496.htm
              Vedi http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/26/mi-chiedono-di-eliminare-post-su-berlusconi-poi-mi-trasferiscono/667512/

              Lecco, prete trasferito. “Mi hanno chiesto di eliminare i post anti-Berlusconi”
              La curia vuole rimuovere don Giorgio De Capitani, parroco dissidente della provincia lombarda. Un mese fa ha ricevuto una lettera dalla Congregazione del Clero di Roma che gli imponeva di rimuovere dal suo sito gli articoli sul Cavaliere

              "Mi piace"

  2. Pingback: Buseca ن!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.