Uncategorized

Correlazione o causalità?

Orari di lavoro, nei Paesi più ricchi le 40 ore a settimana sono una rarità – infografiche – Termometro Politico

Ora qui tutti a dire che si lavora troppo perché si è arretrati, che si è poveri ed in decadenza perché si lavora troppo.

Mi sovviene che correlazione non implica necessariamente causalità, anche se spesso avviene.

La riduzione degli orari avrà mille cause. Vediamone qualcuna a casaccio:

  1. Forte automazione

    Grazie, se il lavoro lo fa la macchina tu puoi andare a cazzeggiare.

  2. Spostamento sul terziario

    È molto più facile per il terziario organizzarsi con turni di lavoro corti.

  3. Dipendenza da aziende estere

    Se il lavoro di merda, in piattaforma con tempi lunghi lo fai fare a stranieri, magari qualificatissimi la tua popolazione risulta cazzeggiare. Vedi Norvegia. Mi domando quanti di quelli che lavorano sulle piattaforme e sulle petroliere siano autoctoni. Perché oh, magari son tutti italiani o spagnoli o tedeschi. Oppure son norvegesi che lavorano come matti per 3 mesi all’anno notte e giorno e poi fanno il resto dell’anno a casa. Basta farsi 6 mesi in piattaforma 18 ore al dì per portare a casa lauti ma meritatissimi stipendi che permettono a tua moglie di non lavorare e a te di goderti la famiglia i restanti 6 mesi. Tanto di cappello, ma checculo che ci avete il petrolio bagaj.

Poi ci possono essere tante altre cause, ma supporre scontatamente che ricchezza di una nazione e basso numero di ore lavorate siano correlate e causa uno dell’altro o viceversa mi pare quantomento un azzardo. Basta vedere il contraato tra Lussemburgo e Danimarca o guardare ai dati statunitensi. Non è che correla meglio con la concentrazione della ricchezza? Più ci sono diseguaglianze economiche più il grosso delle persone devono lavorare tanto. Mi pare più verosimile. Basta sbirciare nella pagina successiva….

Annunci

Un pensiero su “Correlazione o causalità?

  1. Negli USA il problema e’ che non c’e’ sostanzialmente welfare, e lavorare il piu’ possibile permette di accumulare risorse nel caso qualcosa vada male, o in ottica – pensione (che non esiste in pratica).
    Secondo me lavorare 40 ore e’ spesso indice di bassa produttivita’, a sua volta legato a nulli investimenti. Guarda, levo dal mazzo Israele che non conosco cosi’ bene, ma per l’Italia direi che la correlazione tra lavorare tanto e non investire e’ 1-1.
    My 20 Eurocents.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...