Difficilissimo…

«Eh, ragazzi quando Gian Luca ci si mette è meglio di Uriel!» - la dea Tutte

«Eh, ragazzi quando Gian Luca ci si mette è meglio di Uriel!» – la dea Tutte

La Dea Tutte stenda il manto di fichezza assoluta su Gian Lvca Zaffino che ci illumina con codesta elargizione di saggezza!

In Italia è difficilissimo essere discretamente colti e di destra. Dopo la guerra, ma soprattutto dopo gli anni cinquanta, il sistema scolastico ha inculcato fin dalle scuole elementari gli ideali di compromesso fra comunismo e cattolicesimo post conciliare.

Di conseguenza, se arrivi alla laurea sono vent’anni che leggi libri in cui c’è scritto che il nazionalismo è male, che i poveri sono bene, che la rivoluzione francese e russa sono bene, che il re è male etc. E’ chiaro che la maggioranza di chi si laureava fino a qualche tempo fa, finisse per condividere quell’insieme di valori che impedisce di essere di destra. Per essere di destra dopo aver letto e ascoltato tutta quella roba occorre fare un grosso sforzo. Chi invece a scuola ci è andato poco o ha cazzeggiato, sicuramente è rimasto ignorante per molti versi, ma si è anche inconsapevolmente sottratto al lavaggio del cervello subito da chi ha studiato di più. Quindi, non è che le idee di destra sono sostenute da ignoranti (e dunque in maniera ignorante) perché sono idee di basso livello, sono sostenute da ignoranti perché i colti sono stati educati ad essere di sinistra o al massimo liberali. Quei pochi colti di destra, trovandosi circondati da gente che la pensa diversamente, sono abituati a non dire ciò che pensano e se lo fanno, a stemperarlo con mille distinguo o con l’ironia, ma i meno colti se ne fregano e parlano liberamente. Ecco da dove viene quell'”assenza di pudore” che mostrano coloro i quali esprimono idee che non vi piacciono.
Se ci fosse una cultura di destra solida, probabilmente molte persone che oggi esprimono idee istintive e brutali potrebbero ragionare meglio, in maniera più efficace e costruttiva, grazie a figure di riferimento con cui condividono le idee di fondo, ma si è preferito distruggere la cultura di destra, e ora vi tenete le ruspe.

 

di Raphael Pallavicini Inviato su Citazioni

6 commenti su “Difficilissimo…

  1. L’ha ribloggato su Cavolate in libertàe ha commentato:
    Interessante, ma non condivido; In realtà esiste una cultura di destra ed esistono persone che non si riconoscono nella vulgata cattocomunista, si veda ad esempio oriana fallaci o giampaolo pansa. Autori che di certo non appartengono a quella fazione che Uriel aveva chiamato “placcato cultura”. La questione è semplice: i giornali cercano di spacciare per colto il “placcato cultura” ma questo può convincere l’ignorante incapace di discernere fra un sillogismo corretto e un ragionamento sgangherato, non convince il colto capace invece di farlo.

    Mi piace

  2. Pingback: Il fardello dell’uomo rosso | fallischaung

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...