“Se possibile” E “per quanto questo dipende da voi”!

Ringrazio di cuore il buon Squall Leonhart che ci propone su Google+ un passaggio delle fonti francescane.

A differenza di lui però io pubblico spesso pezzi che in un modo o nell’altro hanno a che fare col Capo.

La Sua Bella Notizia non deve essere nascosta.

Con orgoglio vi voglio far leggere come San Francesco ha trattato il sultano. E se il poverello d’Assisi ha risposto così!

Leggetelo ed imparatelo bene, così da rispondere ai troppi commenti di gente che cristiana non è affatto e che continua a sparare scempiaggini sulla misericordia cristiana usata per perculare (“se sei cristiano zitto, testa bassa e porgi l’altra guancia”, insomma bullismo con discriminazione religiosa in piena regola).

Il Sultano d’Egitto sottopose a Francesco D’Assisi un’altra questione: “II vostro Signore insegna nei Vangeli che voi non dovete rendere male per male, e non dovete rifiutare neppure il mantello a chi vuol togliervi la tonaca,dunque voi cristiani non dovreste imbracciare armi e combattere i vostri nemici”.

Rispose San Francesco: “Mi sembra che voi non abbiate letto tutto il Vangelo. Il perdono di cui Cristo parla non è un perdono folle, cieco, incondizionato, ma un perdono meritato. Gesù infatti ha detto: “Non date ciò che è santo ai cani e non gettate le vostre perle ai porci, perché non le calpestino e, rivoltandosi, vi sbranino”. Infatti il Signore ha voluto dirci che la misericordia va dispensata a tutti, anche a chi non la merita, ma che almeno sia capace di comprenderla e farne frutto, e non a chi è disposto ad errare con la stessa tenacia e convinzione di prima. Altrove, oltretutto, è detto: “Se il tuo occhio ti è occasione di scandalo, cavalo e gettalo lontano da te”. E, con questo, Gesù ha voluto insegnarci che, se anche un uomo ci fosse amico o parente, o perfino fosse a noi caro come la pupilla dell’occhio, dovremmo essere disposti ad allontanarlo, a sradicarlo da noi, se tentasse di allontanarci dalla fede e dall’amore del nostro Dio. Proprio per questo, i cristiani agiscono secondo massima giustizia quando vi combattono, perché voi avete invaso delle terre cristiane e conquistato Gerusalemme, progettate di invadere l’Europa intera, oltraggiate il Santo Sepolcro, distruggete chiese, uccidete tutti i cristiani che vi capitano tra le mani, bestemmiate il nome di Cristo e vi adoperate ad allontanare dalla sua religione quanti uomini potete. Se invece voi voleste conoscere, confessare, adorare, o magari solo rispettare il Creatore e Redentore del mondo e lasciare in pace i cristiani, allora essi vi amerebbero come se stessi”. (Numero 2691 delle Fonti Francescane)

Vorrei aggiungere che la la pace per il cristiano non è un bene assoluto. Se gli altri vogliono fare la guerra è lecito, lecitissimo difendersi! Vedi Romani 12,17-18:

Non rendete a nessuno male per male. Cercate di compiere il bene davanti a tutti gli uomini. Se possibile, per quanto questo dipende da voi, vivete in pace con tutti.

E stica, non una ma DUE condizioni mette!

  1. Se possibile!
  2. Per quanto dipende da voi!

Ora la pace con chi applica le sure 8 e 9 non è né possibile e la guerra è una loro scelta, non dipende da noi.

Difenderci non solo è lecito, ma è doveroso!

Aspetto il pellegrinaggio degli atei in Arabia Saudita e così giusto per gradire le scuse di Napolitano per aver gioito per i carri armati che invadevano la Repubblica Ceca. Poi ne riparliamo

Annunci

3 commenti su ““Se possibile” E “per quanto questo dipende da voi”!

  1. Oltre a questo sono stati inventati anche altri dialoghi fra san Francesco e il sultano d’Egitto… Di testimoni comunque, ai loro incontri, non sembra che ce ne fossero. Almeno non italiani da poter poi riferire e tramandare ai posteri.
    Sai cos’è? Che le risposte TROPPO perfette, quelle che sembrano proprio fatte apposta per rispondere alle situazioni attuali sono, per l’appunto, TROPPO perfette.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...