Facezie

Gradi… di cottura

Scovato su faccialibro mi sembra d’uopo iNpararvi anche a voi, così che potrete bullarvi con amici e parenti e fare ficherrime figure di cultori della materia quando vi recherete nelle terre della perfida Albione o delle sue colonie (USA per gli amici):

15 degrees of steak doneness 02

E per bullarvi di più leggetevi anche codesta infografica:

Da https://mirepoixaugras.wordpress.com/
Da https://mirepoixaugras.wordpress.com/

E financo The Steak Guide da Gentleman’s Gazette. Che l’uomo vero, sia esso un gentiluomo o un bruto buzzurro si sbrana o degusta una splendida ünd sugosa bisteccazza!

Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

Io la preferisco rare o poco più la mia bistecconza.

E voi miei villuti lettori e voi mi graziose lettrici come gradite le vostre bistecconze?

Annunci

19 pensieri su “Gradi… di cottura

    1. Piace anche a me ed alla mia progenie in età scolare perfino!
      Quando torno dallo spaccio dell’allevamento con la sporta piena vengono a rubare qualche bocconcino!
      Però vuoi mettere com’è dolce la carne rossa con quel filo di grasso intenerito dal calore della brace?

      Mi piace

      1. Quando vivevo a Parma andavo pazzo per la cavallanza, ossia tritato di cavallo sceltissimo mangiato crudo, al massimo con un poco di spezie. Avevo un vecchio cavallaro di fiducia che mi avvertiva quando gli arrivava del tritato adatto, non mi sarei mai fidato del tritato preso da un negozio normale.

        Liked by 1 persona

        1. Appunto. La carne, e soprattutto quella consumata cruda va presa “a filiera corta”. Cortissima. Devi conoscere e poterti fidare di chi l’alleva.
          Proprio per questo non ho mai avuto la possibilità di mangiare carne di cavallo che immagino sia apprezzata dai maomettani. Quella la possono mangiare, isn’t it? (Vediamo se cogli la citazione 🙂 )

          Mi piace

          1. No, questa mi manca. Non ho mai visto maomettani andare in cerca di cavallo, qui gli unici che lo commerciano sono gli esteuropei, e sai bene che tra i due popoli non corre buon sangue. Fatto divertente: gli inglesi mangiano cose che noi non daremmo neanche ai cani, eppure se gli dici che nel resto del mondo si mangia il cavallo si sentono male per lo schifo. Chissa’ perche’, l’idea di mangiare cavallo li schifa, anche se mangiano cose indegne di essere mangiate da un essere umano!

            Mi piace

              1. Se mai ti capita di passare nella perfida Albione, vai a pranzo in un pub della catena Wheterspoon, sono ovunque e chiedi lo “steak club”. Fanno la carne con i gradi di cottura della tua immagine, e hanno cose tipo la bisteccona di Angus scozzese o i Sirloin steak. Non costano neanche tanto per la quantita’ assurda di carne che ti danno!

                Mi piace

      2. Ecco un’altra cosa: il grasso. Le scene dal macellaio “Che non abbia un filo di grasso, per carità!” e mangiano cuoio. Ma come si fa a fare degli spiedini, a fare un lesso decente senza la sua adeguata dose di grasso!

        Mi piace

          1. Io quando faccio il brodo ci metto un pezzo di polpa, uno di lingua (un’impresa trovarla fresca, mi sa che hanno fatto dei manzi OGM che nascono con la lingua già salmistrata), uno di biancostato e uno di gallina. E faccio il brodo migliore del mondo con un’altra mezza dozzina di ingredienti e due segreti.

            Mi piace

            1. La lingua???? A me han sempre detto che la lingua va bollita sempre e solo da sola! Il mio bollito misto è: gallina, biancostato muscolo/polpa.
              La mia nonna diceva che la lingua va bollita nella sua pelle e spellata da cotta.

              Mi piace

              1. Non solo da cotta: bisogna anche aspettare che sia completamente fredda. E non hai idea di quanto insaporisca il brodo aggiunta agli altri pezzi. Poi magari, se lo trovo, ci metto anche un pezzetto di coda di bue, e lì raggiungi proprio il sublime.

                Mi piace

                1. Ah, la coda avevo dimenticato!
                  Parola di lupetto, a me avevano giurato che la lingua rendeva amaro il brodo!
                  Hai mai provato a farlo senza lingua, solo muscolo, biancostato, coda e gallina? Senza dimenticare carote, patate, sedano, cipolla, due spicchi d’aglio ed odori vari…

                  Mi piace

                  1. Certo che ho provato: con la lingua viene meglio. Come faccia poi una carne di tipo dolce a rendere amaro il brodo, questa me la devono spiegare. Io di verdure sedano carote pomodori ben maturi e cipolla rossa. Il tutto piuttosto abbondante. Poi il resto.

                    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...