Bel Paese di merda, Complottismo, Confronti - comparisons

E’ ufficiale: il glifosato contenuto nella pasta provoca la Sla e il morbo di Alzheimer

E’ ufficiale: il glifosato contenuto nella pasta provoca la Sla e il morbo di Alzheimer

La fonte pare essere uno studio dell’MIT, mica il primo complottista che passa per strada. Cioè “Glyphosate pathways to modern disease V”  di Anthony Samsel e Stephanie Seneff. Ora io non conosco l’attendibilità di codesti, ma se stanno “ancora” al MIT, “alfiere” del progresso tecnologico una qualche attendibilità penso la possano avere.

Aggiornamento! Estica, che figura di guano. Che non causasse la celiachia ci potevo credere ma accidenti, hun giro su butac.it potevo anche farmelo. Son caduto come un pollo nella trappola dell’ipse dixit. Però se leggete sotto scoprirete che qualche dubbio l’avevo…. 🙂

Ora, la cosa non è poi così scontata se trovi cose come http://www.science20.com/agricultural_realism/a_fishy_attempt_to_link_glyphosate_and_celiac_disease-132928 che non si capisce se siano ricerche precedenti fatte “un tant al tòcc“, se siano “pseudo-ritorsioni”, screditamente eccetera.

Poi, ovviamente l’italico sito ti dice da chi comprare la pasta senza glifosato. Ovvio no?

Peccato che siano pastifici ignoti ai più!

Allora De Bonis, esiste nel nostro Paese una produzione di pasta alta qualità, legata ai grani locali?

“Certo che esiste. Parliamo, ovviamente, del Sud Italia. In Molise, ad esempio, opera il Pastificio Spighe Molisane Piemme food srl. Si trova a Cerce Maggiore, a Campobasso. E’ una pasta prodotta al cento per cento con grani duri locali. Una pasta di alta qualità la si può trovare anche in Basilicata, a Stigliano, in provincia di Matera, dove opera il Pastificio Fatti in casa di Delle Fave Nunzia snc. Questo pastificio lavora solo con la cultivar di grano duro Senatore Cappelli (varietà di grano duro pugliese sulla quale ha lavorato il grande genetista Nazareno Strampelli: si tratta di un grano duro antico di altissima qualità ndr)”.

Ci sono anche la Puglia e la Sicilia.

“Certamente. In Puglia ci sono alcune realtà importanti. Segnalo il Pastificio Granoro di Corato, a Bari, azienda di medie dimensioni che lavora solo grani duri locali, ovvero grano duro al cento per cento della Puglia. Poi l’azienda Agrigiò-Candela, a Foggia, che lavora solo con il grano duro Senatore Cappelli con macina in pietra; produce pasta e pane molto ricchi di fibra. E, ancora, sempre per restare in Puglia, IlFornaio dei Mulini vecchi di Barletta, altra azienda che lavora solo con la cultivar Senatore Cappelli con macina in pietra”.

Andiamo alla Sicilia. 

“In Sicilia c’è il Pastificio Valledolmo, che lavora solo con i grani locali. E’ una bella realtà che va crescendo. Segnalo anche il Pastificio agricolo Lenato, a Caltagirone. Questa è un’azienda particolare che trasforma il grano duro che produce. E’ un’azienda agricola di circa 150 ettari che si è trasformata in un pastificio”.

Eh, già che i marchi “grossi” son tutti malvagjj

Ecco, parliamo del mercato italiano della pasta.

“E’ un mercato blindato. Il 65% del mercato italiano se lo dividono cinque grandi gruppi. Il 35% circa va alla Barilla. Il 12% circa alla De Cecco. L’8% circa alla Divella. Il 6,8% circa alla Garofalo. E, infine, il 3,8 alla Molisana. Poi c’è un altro 15% di produzione che fa capo alla grande distribuzione organizzata. E’ la stessa pasta dei cinque grandi gruppi che abbiamo già menzionato che viene venduta con i marchi della aziende che operano nella grande distribuzione. Resta un 20% appena: e questo è il mercato di qualità. Sono i piccoli pastifici che producono con i grani duri locali”.

E’ plausibile che in questo 20% di mercato non si trovi pasta con residui tossici?

“E’ molto plausibile. Anzi, se la devo dire tutta, è quasi certo”.

Mentre la pasta dei cinque grandi gruppi?

“Se è prodotta con i grani esteri non è da escludere che possa contenere dei residui. Ma sono cose che chiariremo nel dettaglio quando partirà la nostra campagna sui controlli sui derivati del grano”.

Beh, no, non li accusa. Anche perché riconosce che il grano canadese è di diverse  qualità e non tutto conterrebbe il fetido glifosato. Ma indovinate un po’, secondo voi le paste a basso costo lo conterrebbero oppure no?

Però il classico “oste il tuo vino è buono? Ceeeeeeeerto!” gli è scappato. E vabbè.

La cosa poi sembrerebbe “già vecchia” se quelli di Repubblica l’han trattata nell’aprile 2016… con tanto di analisi!

E su https://www.greenme.it/mangiare/alimentazione-a-salute/20056-glifosato-pasta-test

ci trovi anche una bella infografica della Aiab:

aiab_glifosato_pasta_salvagenteUna cosa però vi invito a notare:

I giornalisti della rivista guardano ai risultati e parlano di “roulette russa”: per una stessa marca, infatti, sono stati trovati lotti in cui è stato rintracciato l’erbicida accanto a lotti che non lo contenevano.

E porca zozza! Qui ci vorrebbe l’intervento di uno dei (pochi) lettori di buseca che se proprio non è nel settore cerealicolo perlomeno è nel settore primario (leggi: agricoltura) e può darci informazioni/opinioni sui marchi citati, ossia:

  • Spighe Molisane Piemme food srl, Cerce Maggiore, a Campobasso.
  • Pastificio Fatti in casa di Delle Fave Nunzia snc, Matera
  • Pastificio Granoro di Corato, a Bari
  • Agrigiò-Candela, a Foggia
  • IlFornaio dei Mulini vecchi di Barletta,
  • Pastificio Valledolmo, Sicilia.
  • Pastificio agricolo Lenato, a Caltagirone.

E poi, i grossi, ossia:

  • Barilla,
  • De Cecco,
  • Divella
  • Garofalo
  • Molisana

Insomma, non ci resta che pregare. O di bandire tout-court il glifosato.

Annunci

14 pensieri su “E’ ufficiale: il glifosato contenuto nella pasta provoca la Sla e il morbo di Alzheimer

    1. No, dai, ma minga inscì. 🙂
      Quello che ho capito io è che:

      – come tutti i pesticidi sarebbe assai meglio poterne fare a meno
      – è una roulette russa. La stessa marca ha partite con tracce di glifosato, altre senza.

      Detto questo, allora ‘sta Farina Garofalo W260 che fa la pizza così soffice e buona posso continuare a comprarla? Oppure vengo a prendere la pasta già lievitata da te? 🙂

      Mi piace

      1. continua pure a comprarla,come hai visto è una lotteria,se vinci con un biglietto bene,ma svenarsi economicamente e psicologicamente per vincerla serve solo ad abbruttirti la vita.

        Mi piace

        1. Correggimi nel caso, ma credo sia ragionevole presumere – con tutti i “se” che le aleatorietà statistiche impongono – che la probabilità di ingerire glifosato sia maggiore quando acquisti la “farinaccia del discount a prezzo stracciato” piuttosto che comprando quella “fica” della Garofalo.
          Posso dormire sonni “un po’ meno agitati” comprando Garofalo o tant l’è istess?

          Mi piace

          1. Presumo che farine più “fiche” siano anche meno “contaminate”,anche se non è detto,a volte paghi il packaging,però di sicuro se il glisofato provocasse la Sla e l’alzheimer noi Italiani dovremmo avere una vera strage…cose tipo un caso per famiglia media,uno ogni 3 o 4.
            Capisci che è una bestiata già ad orecchio.

            Liked by 1 persona

  1. 1. Il successo del glifosato è dovuto alla bassissima tossicità, molto inferiore a quella dgli altri pesticidi (degli altri pesticidi si parla da parte dei demonizzatori del glifosato?)
    2. In medicina NON esiste A provoca B: il fumo NON provoca il cancro al polmone, l’alcol NON provoca la cirrosi epatica, ecc. Nessuna patologia è provocata da un unico fattore. A meno che tu non vada a lavorare in jeans e maglietta sul reattore di Chernobil appena esploso, ma direi che qui siamo in un campo leggermente differente.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...