La regola dei Gesuiti

Prendetela con le molle questa che la devo verificare….

2. Al momento di prendere i voti un gesuita accetta la regola dei gesuiti che vieta ai gesuiti di diventare sia cardinale che Papa. Per il cardinale Martini fu fatta una dispensa papale che non può essere fatta per qualcuno che diventa Papa.

Da: Bergoglio è un antipapa che ha fondato una religione opposta al cristianesimo

Annunci

10 commenti su “La regola dei Gesuiti

      • Cardinali si diventa per nomina papale. Papi si diventa perché ti hanno eletto e l’eletto, a differenza di chi viene eletto sindaco o altro del genere, non si era candidato. Prima, citando Allam, riporti che un gesuita accetta la regola dei gesuiti che vieta ai gesuiti di diventare sia cardinale che Papa, poi, per “documentare” la stronzata del sedicente cristiano, riporti un testo che smentisce in pieno quanto appena detto! Tra l’altro questa bufala è anche stata intensamente propagata da Silvana De Mari, che tra l’altro lo definisce non semplicemente l’antipapa ma addirittura – sempre più sciroccata, povera donna (la quale, a proposito, è da decenni che non fa più il medico, altro che chirurgo con esperienza diretta delle cose di cui parla) – l’anticristo.

        Mi piace

        • Non è che riporto “un testo”… È il sito dei gesuiti. ☺ poi possiamo discutere due giorni se un gesuita che “promette di non cercare posizioni di autorità né nella Compagnia né nella Chiesa” significa che gli è vietato diventare vescovo o cardinale o papa. Questa storia del voto di non cercare potere l’ho trovata anche su altri siti considerati dai più attendibili.
          Se dal punto di vista semantico una promessa di non cercare potere equivalga ad un divieto non lo so. Di certo la coscienza glielo impedirebbe

          Liked by 1 persona

      • No, una promessa di non cercare potere nn equivale ad un divieto di accettare posti di responsabilità,nn è semantica,è logica.
        Fosse come dici tu nel loro ordine nn dovrebbero esserci priori,abati ne superiori di nessun tipo.
        Non abbandoniamo il raziocinio per favore.

        Mi piace

      • E, soprattutto, se fosse così lo saprebbe ovviamente il papa, visto che è da lui che dipendono i gesuiti, e quindi deve per forza conoscere le loro regole, e mai si sognerebbe di nominare cardinale un gesuita, se ciò fosse vietato dalla regola, e mai i cardinali si sognerebbero di votare un gesuita per il papato. Dato che finora non era mai successo che un gesuita fosse eletto papa, qualche coglione desideroso di sollevare polveroni si è inventato che questo sarebbe vietato dalla loro regola. Ora, in Italia non c’è mai stata una donna presidente della repubblica: questo significa per caso che c’è una legge che lo vieta? Come giustamente avverte Magiupa, non è semantica, è logica, e l’abbandono della logica non è assolutamente giustificato dalla pur giustificata antipatia e diffidenza che il personaggio suscita.

        Mi piace

        • Avete ragione, tu e magiupa. Una promessa di non cercare cariche non implica il DOVER rifiutare un incarico, specie quando si tratta dell’esito di un conclave: è il Capo che chiama, mi i cardinali!
          Voglio approfondire meglio la questione analoga di Carlo Maria Martini

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...