L’eliminazione dei pesi

I quattro lettori che si prendono la briga di leggermi ancora avran notato che scrivo poco di mio oramai. Troppo casino nella vita reale. Inoltre ho trovato tutta una serie di persone di cui spesso condivido le idee, come Andrea Sartori per la questione dell’eutanasia.

Mia madre farà 76 anni a marzo. Da un anno lotta contro la malattia. Se le chiedete se vuole vivere, lei risponderà che sì, vuole vivere, nonostante sia malata. Ma ovviamente le cure hanno un peso sulla sanità che i nostri governi ci vogliono gentilmente tagliare. Mio padre farà 77 anni ad agosto. E’ sano perché ha fatto sport tutta la vita (discreto tennista, ha avuto una menzione sulla Gazzetta dello Sport). E’ un ex notaio, quindi ha una buona pensione. Quindi PESA sul sistema pensionistico. E’ qui che si vuole arrivare.

All’eliminazione dei pesi.

La cosa che fa orrore è che si sta usando un caso pietoso per avallare queste cose. Qualcuno se ne è accorto.

Chi se ne è accorto e l’ha detto abbastanza ad alta voce, un po’ perché magari ha letto Huxley, un po’ perché sa cosa sta avvenendo in Olanda, è stato bannato, deriso, insultato.

Un po’ come Cassandra, quando diceva “State attenti a quel cavallo” un po’ come Laocoonte quando gridava il suo celebre “Timeo Danaos et dona ferentes”. Quando arriverò a 70 anni non avrò alcuna voglia di andarmene. Avrò voglia di godermi i nipotini (qualcuno immagina un mondo in cui il bambino chiede alla mamma “dov’è il nonno?” e la mamma deve spiegargli che hanno fatto la punturina al nonno perché non serve più?)

Due parole sui giornalisti, i Saviano, i Tommasi, gli Scanzi. Sciacalli. Usano un fatto doloroso per fare propaganda a queste cose. “Saviano” oramai per me è un insulto.

Il caso di DJ Fabo è doloroso, e non giudico il ragazzo, ma vedo come è stato trattato. E da come è stato trattato dal giornalistume ho ben pochi dubbi che si voglia andare a parare ad una legge in stile olandese. si usa da iene un caso terribile per arrivare, tramite finestre di Overton, a giustificare l’eutanasia di massa. Si mette un pizzico di antivaticanismo che attacca sempre

La difesa della vita è una battaglia che non può essere appaltata solo al Vaticano, tra l’altro ad un Vaticano come quello bergogliano che attualmente santifica Pannella.

Ci fosse stato Ratzinger, il cui fratello down fu “pietosamente” soppresso dal regime nazista..

Ma è comodo far credere che sia così.

Qualche articolo su come è civile l’Olanda che ci ha pure le piste ciclabili (e voleva legalizzare la pedofilia, ma questo nun se dice) et voilà.

E non vedo nessuna lotta giornalistica per anziani e disabili che vogliono magari vivere ed essere aiutati. Il dio Mercato non può ammettere l’esistenza di questi pesi morti.Senza contare che anche questo può essere un discreto giro d’affari (come l’utero in affitto, un business, come Planned Parenthood che vende organi di bambini abortiti. Semplici business fatti passare per conquiste civili).

Non giudico DJ Fabo, come non ho mai giudicato alcun suicida. Bisogna trovarsi nella sua pelle per capire, su questo sono d’accordo. Giudico chi sta usando questa vicenda per far passare qualcosa di aberrante. Poi, ovviamente, se fossi stato famoso qualcuno avrebbe preso questo lungo post, ne avre estrapolato e decontestualizzato qualche frase per farmi passare per ottuso oscurantista. Ho fatto il giornalista, so come opera il giornalistume.

Eh no, stavolta il paragone con Hitler e l’Aktion T4 non è fuori luogo.

I Paesi Bassi vogliono introdurre il suicidio assistito per gli anziani

La proposta, annunciata dal governo, è rivolta a chi ritiene di non poter più «continuare la propria vita in modo significativo»

Annunci

4 commenti su “L’eliminazione dei pesi

  1. La cosa buona e’ che la societa’ sta andando avanti verso il laicismo, lasciandosi indietro gente come Adinolfi (0.6% dei voti, ricordiamocelo) o la Binetti che si permettono di dare ordini agli altri dato che sentono le vocine nella testa. La cosa cattiva e’ che probabilmente la prossima generazione fara’ decidere le questioni etiche a dei mullah che ci faranno rimpiangere Adinolfi e la Binetti.

    Liked by 1 persona

  2. Davvero Adinolfi e’ cosi’ nel torto? e proprio lui sarebbe il “cattivo” della Storia?
    Troppo facile! Troppo “comodo”. Troppo.. a fagiuolo…
    Forse, a qualcuno, un buon “esame di coscienza”, come si consigliava una volta, alla sera, prima di spegnere la luce, chiarirebbe meglio il proprio “percorso di vita”. O di morte.

    Mi piace

    • Preferisco non giudicare ne lui ne il suicida.
      Noto solo che questo discorso lo han fatto anche sulla radio di cui son piccolo editore. Certo il commentatore ai spiegava più terra terra. secondo lui alla gente normale conviene che la vita sia considerata valore intangibile e sacro perché i poveracci sono i primi che possono essere fatti fuori con la scusa che non sono produttivi

      Mi piace

      • Raphael, vedi che se uno decide di volerla fare finita e’ perche’ soffre come un cane e non ha speranze di guarire. A nessuno e’ mai fregato niente di non essere produttivo. E poi, mi spieghi perche’ tanti cristiani non capiscono che la morte assistita e’ una cosa che viene chiesta con insistenza dai malati, e non imposta dall’alto? Quello di cui parlate non si vede piu’ dai tempi dell’Aktion T4…

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...