Link

Lo dice il Corano stesso quando utilizza il termine makra (مَكْرَ), un termine dispregiativo che in realtà significa inganno (o imbroglio), insieme alla corrispondente forma verbale e al termine derivato al makireen (الَْماكِرِين), che definisce colui che compie tali atti, ovvero l’ingannatore (o l’imbroglione).

Sul dizionario di arabo-inglese compilato da Hans Wehr, il più diffuso tra gli studiosi, viene confermato il significato del termine:

Dictionary of Modern Written Arabic, pag 917: https://archive.org/stream/Dict_Wehr.pdf/Wehr#page/n933/mode/2up

Ma basta soltanto incollare i due termini in arabo nel traduttore di Google per vedere il lemma che ne risulta, ovvero caratteristiche tipiche di chi vive imbrogliando il prossimo.

Deceit e deception = Inganno, imbroglio.

La frase presente in 3:54, و اُللهُ خٓيْرُ اُلْمٓاكِرِينَ (waAllahu khayru almakireena) ha una valenza decisamente più negativa rispetto alla versione edulcorata delle varie traduzioni destinate al pubblico occidentale.

Il suo vero significato è questo:

e Allah è il migliore degli ingannatori

Anche i versetti 7:99 e 8:30 hanno una valenza decisamente più negativa senza l’abile modifica del traduttore.
I nostri amici islamici hanno proprio ragione: il Corano in arabo ha tutt’altro sapore!

Salva

Salva

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...