Pubblicato in: La rete evanescente

Lasciare faccialibro

La consapevolezza che Facebook sia censurato e manipolato oramai sta giungendo ai più. Che però essendo spesso piuttosto ignoranti di questioni informatiche non conoscono la alternative.

Ovviamente il bisogno dei più è quello di comunicare con amici e conoscenti anche di questioni scottanti senza essere sottoposti alla censura.

Bisogna spostarsi su altre reti.

Il più “facile” è VK.com (russo) che però è ancora centralizzato e censurabile.

Meglio sarebbe virare su Gnu Social che di fatto è la “stessa” rete di  Mastodon: potete iscrivervi su uno qualsiasi di questi siti “gratuiti”, tra i principali http://quitter.is/ http://quitter.no 

https://mastodon.social/about (son tutti collegati) con il grandissimo vantaggio di poterti collegare anche a profili che sono su “altri server” e su “altre reti”.

Inoltre ha un vantaggio incredibile: Gnu Social e Mastodon potete metterlo su computer VOSTRI, dove siete VOI i padroni e dove NESSUNO può censurarvi!

Ok, ok è una cosa che non è alla portata di tutti, ma è molto, molto più semplice di quanto non pensiate.

PS: questo pezzo lo metto in evidenza e lo aggiornerò molto spesso.

La consapevolezza che Facebook sia censurato e manipolato oramai sta giungendo ai più. Che però essendo spesso piuttosto ignoranti di questioni informatiche non conoscono la alternative.

Ovviamente il bisogno dei più è quello di comunicare con amici e conoscenti anche di questioni scottanti senza essere sottoposti alla censura.

Bisogna spostarsi su altre reti.

Il più “facile” è VK.com (russo) che però è ancora centralizzato e censurabile.

Meglio sarebbe virare su Gnu Social che di fatto è la “stessa” rete di  Mastodon: potete iscrivervi su uno qualsiasi di questi siti “gratuiti”, tra i principali http://quitter.is/ http://quitter.no https://mastodon.social/about (son tutti collegati) con il grandissimo vantaggio di poterti collegare anche a profili che sono su “altri server” e su “altre reti”.

Inoltre ha un vantaggio incredibile: Gnu Social e Mastodon potete metterlo su computer VOSTRI, dove siete VOI i padroni e dove NESSUNO può censurarvi!

Ok, ok è una cosa che non è alla portata di tutti, ma è molto, molto più semplice di quanto non pensiate.

PS: questo pezzo lo metto in evidenza e lo aggiornerò molto spesso.

La consapevolezza che Facebook sia censurato e manipolato oramai sta giungendo ai più. Che però essendo spesso piuttosto ignoranti di questioni informatiche non conoscono la alternative.

Ovviamente il bisogno dei più è quello di comunicare con amici e conoscenti anche di questioni scottanti senza essere sottoposti alla censura.

Bisogna spostarsi su altre reti.

Il più “facile” è VK.com (russo) che però è ancora centralizzato e censurabile.

Meglio sarebbe virare su Gnu Social che di fatto è la “stessa” rete di  Mastodon: potete iscrivervi su uno qualsiasi di questi siti “gratuiti”, tra i principali http://quitter.is/ http://quitter.no (Nd nov 2019: ora son tutti offline) https://mastodon.social/about (son tutti collegati) con il grandissimo vantaggio di poterti collegare anche a profili che sono su “altri server” e su “altre reti”.

Inoltre ha un vantaggio incredibile: Gnu Social e Mastodon potete metterlo su computer VOSTRI, dove siete VOI i padroni e dove NESSUNO può censurarvi!

Ok, ok è una cosa che non è alla portata di tutti, ma è molto, molto più semplice di quanto non pensiate.

PS: questo pezzo lo metto in evidenza e lo aggiornerò molto spesso.

Aggiornamento del novembre 2019: sia quitter.is che quitter.no sono andati offline. La soluzione sarebbe prendersi una Freedom Box ma al momento NON ha ancora un preinstallata una rete sociale distribuita. Offre tante cose, ma non una rete sociale. Ahimè.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

14 pensieri riguardo “Lasciare faccialibro

          1. io ho un piccolo computer che fa da router, da firewall e da “piccolo server” per tutti i mini-servizi che può essere comodo avere “in casa”. ma una cosa potenzialmente passibile di attacchi, la metterei su un servizio esterno. un “computer in affitto” — tipicamente una macchina virtuale, costa da poche decine a qualche centinaio di euro l’anno. certo poi devi amministrartelo.

            "Mi piace"

    1. Meno evidente perché meno usato. Quindi l’unica soluzione è passare ad alternative libere e distribuite: GNU Social/Mastodon, Hubzilla, Friendica eccetera.
      L’altro problema è mantenere un “ragionevole” anonimato. Cosa assai difficile da ottenere se devi farti un serverino, a meno di passare da cose come I2P o TOR che sono al di là delle capacità della maggior parte delle persone.
      Ci vorrebbe un “social network as a service” fatto in cloud in nazioni tipo Svizzera. Poi però devi pagarli con Monero o altra criptovaluta ad anonimato forte….
      Insomma… è ancora un casino

      "Mi piace"

      1. se hai un computer sempre acceso e sempre collegato (tuo o affittato) metterci dentro un “servizio nascosto” di TOR non è particolarmente difficile. appena marginalmente più complesso fare l’equivalente con i2p (e la quantità di pubblico che puoi raggiungere è significativamente più ristretta).

        la questione è che, in pratica, i vantaggi sono microscopici rispetto ad avere un sito web, semplicemente con i dati personali nascosti con whoisguard o equivalente: la presunta “censura” su facebook e sui vari social non arriva tanto da una volontà censoria politica, ma più dal fatto che, per evitare guai, le varie aziende tendono ad agire in maniera piuttosto acritica a fronte di un numero anche relativamente basso di segnalazioni (vedi la pagina di laydo su facebook).

        Piace a 1 persona

        1. Tu sopravvaluti – e di molto – l’intelligenza media delle persone… accendere un servizio nascosto TOR e metterci su qualsiasi cosa, WordPress, magari con BuddyPress, oppure GNU Social o Mastodon, tutta roba che per me e te è tranquillamente fattibile per oltre il 90% delle persone è roba da acaro….. 🙂

          "Mi piace"

          1. capiamoci. non è che quello che ora mette su facebook un dettagliato rapporto delle sue quotidiane funzioni corporali rischi chissà che censura. e non è che, qualora facebook decida di censurarlo il mondo si perderà chissà quale opera di controtendenza. non mi sembra quello, il genere di persona che ha effettivamente bisogno di mettere su un qualche meccanismo speciale per proteggere la propria privacy o per scavalcare la censura.

            "Mi piace"

              1. le persone potenzialmente vulnerabili devono avere coscienza di esserlo. a quel punto possono chiedere aiuto. resta il fatto che, nonostante una certa volontà di demonizzazione, in italia la libertà di stampa e di opinione NON È comparabile a quella di una nazione del terzo mondo.

                "Mi piace"

                1. Condivido. Mi verrebbe da aggiungere che chi ci guarda dall’alto in basso son nazioni di sinistri radical chic che col casino che si stanno creando in casa loro tra pochissimo avranno molti problemi in casa da sistemare. Penso a Svezia, Germania, UK.

                  "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.