Pubblicato in: cristofobia, Facezie, Farlocchi

Oh, ci tiene proprio

Certo che quel “deficiente” di Crozza ci tiene proprio a fare figure di merda:Nel nostro caso “deficiente” non è un insulto. È la definizione della sua condizione: dal latino “deficiere” cioè mancare di qualcosa, ossia della capacità di rendersi conto che spara stronzate. E le ripete.

Però aspettate un attimo…. non sono mica sicuro che lo abbia detto lui. Questa è una becera infografica scovata su faccialibro. Quindi lasciamoci il beneficio del dubbio, magari è rinsavito e quella è una feichnius.

Quindi per l’ennesima volta (già fatto nel 2014, nel 2015, nel 2016 ed anche l’anno scorso) vediamo di correggere le pistolae di costui. A questo giro, leggiamoci il Vangelo secondo Luca, 2,1-7:

In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della Siria Quirinio. Andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città. Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città di Nazaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata Betlemme, per farsi registrare insieme con Maria sua sposa, che era incinta. Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’albergo.

Te capì pistola?

  1. Giuseppe, Maria e Gesù NON erano stranieri a Betlemme
  2. Giuseppe, Maria e Gesù NON erano senza casa,
  3. Giuseppe e Maria erano regolarmente sposati,
  4. Giuseppe, Maria e Gesù NON erano abusivi, NON erano immigrati, tanto meno clandestini.

Maria e Giuseppe erano cittadini onesti – ebrei, per inciso! – ed andavano ad adempiere un obbligo burocratico imposto dal dominatore romano.

Erano Israeliti che andavano da un villaggio ad un altro villaggio dello stesso “stato”: andavano da Nazareth a Betlemme, che è come dire che lui era nativo di Monza ma viveva a Brescia e per il censimento doveva tornare a Monza a farsi registrare.

Erano un normalissimo sudditi Israelita/Israeliano regolare che andavano a farsi registrare per pagare le tasse a Roma. TANTE tasse.

Tra Nazareth e Betlemme ci sono – a piedi – 163 km, stando a Google mappa e facendo una bella deviazione. Occhiocroce la distanza tra Monza e Verona. A piedi son 5-6 giorni di cammino, tenendo conto che Maria che era al nono mese cavalcava un asinello.

Non attraversavano alcun confine, rimanevano dentro ai confini di Israele. Da Monza a Verona.

Giuseppe era benestante. Anzi, Giuseppe era di nobili origini. Era della stirpe di Davide. Era di stirpe reale. E faceva il costruttore edile. E a quel tempo fare il carpentiere, ovvero il costruttore era uno dei mestieri migliori, quello che ti faceva guadagnare di più.

Soldi alla mano sono andati in albergo.

E poi, ma quale abusivo d’Egitto!

Come diceva il buon Einstein, “solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana. E sulla prima ho ancora qualche dubbio”. Infatti.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

9 pensieri riguardo “Oh, ci tiene proprio

  1. Prima riflessione: Uriel quando parlava di “personal jesus” aveva ragione; molti si fabbricano un personal jesus che ha qualche punto di contatto con il Gesù reale per dirsi “cristiani” ed usare il loro personal jesus come metro per giudicare gli altri. Citando il vangelo parlerei di sepolcri imbiancati.

    Seconda riflessione: ci si lamenta dell’analfabetismo funzionale e della poca conoscenza e poi i primi a fustigare sono anche i primi a sparare castronerie enormi a livello dei congiuntivi di dimaio. Ricitando il vangelo forse sarebbe meglio pensare alle travi che alle pagliuzze.

    Piace a 1 persona

  2. Ma qui la castroneria non è il fatto di non sapere il Vangelo o di identificare Cristo col migrante, quella sarebbe semplice ignoranza. E’ proprio la chiosa finale. “Se Giuseppe e Maria fossero arrivati nella Milano di Salvini Gesù non sarebbe mai nato”. E’ una bestialità logica a meno che uno non pensi che Salvin dimonio, con un solo sguardo dei suoi malvagi occhi di bragia, uccida i feti nell’utero.

    Piace a 2 people

  3. Pingback: Buseca ن!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.