Pubblicato in: Antifa, Facce da gluteo

Gioann March Pòlli

Sto cercando di disintossicarmi da faccialibro. Eppur vale ancora la pena bazzicare perché vi son persone come Gioann March Pòlli che colà riescono a dissentire dalla dittatura dei più buoni e di quelli “moralmente superiori”. Bacchettoni che il buon Gioann smaschera per quelli che sono, ossia dei fascistoni. Però Gioann lo fa senza strillare, senza insultare, senza offendere ma con una forza davvero notevole. Per questo la ripropongo qui. Perché su faccialibro può essere cancellata con un click.

Ok, anche qui, che siamo in casa Automattic, solo che qui pare essere piuttosto meno probabile. Inoltre posso farne backup più o meno quando voglio e ricaricare tutto altrove.

 

Cari i miei quattro fascistelli, ma chi pensate di essere per arrogarvi il diritto di togliere agli altri il diritto di ascoltare quelli che non piacciono a voi? Avete gettato la maschera, finalmente. Chi vi ha legittimati ad una “superiorità morale” e politica che sta soltanto nei portafogli dei vostri papino e mammina? Ma andate piuttosto a fare le sardine nelle periferie, di notte, nei sobborghi, nei campi dove si lavora a un euro all’ora, sotto i ponti in cui vivono i disoccupati e i pignorati grazie alla vostra fottutissima globalizzazione. Andate a rovistare pure voi tra gli avanzi del mercato, cazzo, anziché riempirvi la bocca di spocchia.
Ma state tranquilli che l’effetto che otterrete sarà opposto a quello che sperate: rafforzerete la resistenza al pensiero unico politicamente corretto orwelliano, imposto per volontà dei padroni della finanza speculativa.
Sapete che c’è, cari fascistelli? Che a questo punto chiederò anch’io la tessera di quelli che voi vorreste zittire.
Poi venite a fare stare zitto me. Provateci, vi aspetto.

PS: non intendo fare discussioni con chi non è d’accordo.
Se decido di parlare ancora qui, non discuto però più con nessuno. SI vogliono le “camere d’eco”? Sono capace anch’io di averne una. Ottenete quello che volete, sarete contenti tutti.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

3 pensieri riguardo “Gioann March Pòlli

  1. ovviamente, come sempre, bisogna andare “piuttosto a fare le sardine nelle periferie, di notte, nei sobborghi, nei campi dove si lavora a un euro all’ora, sotto i ponti in cui vivono i disoccupati e i pignorati grazie alla vostra fottutissima globalizzazione”. certo. deve sempre farlo qualcun altro. mica lui.

    "Mi piace"

      1. non si sta discutendo sulla legittimità o sul valore delle manifestazioni (che, come tutte le manifestazioni di questo genere, sono solo ridicole minchiate) ma sulla consunta retorica “bisognerebbe fare X o Y invece che Z”, senza aver fatto né X né Y, che, comunque, non hanno nulla a che fare con Z, nella miglior tradizione del “ma come?!?! non mangi i broccoli?!?! con tutta la gente in africa che muore di fame!!!”

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.