Pubblicato in: Neurodeliri, Sottomessi e sanguinari

PERCHÉ L’EUROPA NON PUÒ ASSIMILARE – Limes

Peccato che  «PERCHÉ L’EUROPA NON PUÒ ASSIMILARE» sia leggibile solo agli abbonati di Limes perché viste le due mappe sembra molto interessante.

PERCHÉ L’EUROPA NON PUÒ ASSIMILARE

Convinti di vivere in un mondo post-storico, noi europei ci accontentiamo di un’integrazione molle, spesso cedendo alla deriva multiculturalista. A differenza degli americani, che considerano imperativa la «benevolente assimilazione» degli immigrati.

1. Nelle nazioni europee vige l’illusione che l’assorbimento degli immigrati sia questione di esclusiva pertinenza interna. A questa si aggiunge il corollario per cui integrazione e assimilazione sarebbero imprese perfettamente identiche. Nella bizzarra convinzione che la disputa riguardi la sola sfera socio-economica, dunque sia estranea al contesto internazionale. Nel pregiudizio che il processo sia inficiato dalla ritrosia degli stranieri – specie musulmani – a aderire alle occidentali norme di convivenza. Sul fondo di fantasiose meditazioni restano le ragioni strutturali che determinano la capacità di uno Stato di assimilare gli allogeni, ovvero di renderli intrinsechi al ceppo principale, oppure di integrarli, ossia di accoglierli nel contesto sociale. Risultati opposti, decisivi per la traiettoria di qualunque paese. Conseguenza diretta di due soli fattori: la condizione temporale in cui vive la popolazione originaria e l’appartenenza (o meno) alla sfera di influenza altrui. Tertium non datur. Specie se di natura paraculturale.


Carta di Laura Canali


 

Perché se negli Stati Uniti, in Cina o in Iran la dimensione storica in cui risiede il ceppo principale, palese nella volontà di impattare con ferocia gli affari globali, consente ai governi di perseguire una selettiva assimilazione, in Europa occidentale questa è semplicemente impossibile. Nel Vecchio Mondo il post-storicismo che caratterizza la popolazione, per cui la violenza sarebbe espunta dalle dinamiche geopolitiche…

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.