Pubblicato in: Facce da gluteo

Google: subdolamente razzista

L’amico Giovanni Nev ci propone un giochino molto interessante, scrivere su google image le seguenti frasi e guardare le prime due file di immagini:

  • Happy asian woman
  • Happy black woman
  • Happy white woman

Poi chiosa con condivisibile “Se non si fa qualcosa, in occidente, alcuni gruppi politici diverranno l’unica vera salute mentale…”

Per il vostro sollazzo mi son preso la briga di confrontare Google, la Grande suocera con la papera duckduckgo.com. Ecco i risultati

Si è usato la donna e non l’uomo per evitare il delirio delle stronzate sul “patriarcato”. Se non lo avete notato:

  • Fila di donne asiatiche sorridenti
  • Fila di africane sorridenti
  • Fila di coppie interrazziali (donna bianca)

Conclusione: smettete di usare quel razzista di Google ed iniziate ad usare https://duckduckgo.com/

C’è da aggiungere un’importante nota: PER ORA la papera è buona, ma abbiamo solo cambiato ente cui tributare fiducia. Bisognerebbe passare a motori di ricerca distribuiti, ma sono piuttosto acerbi.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

6 pensieri riguardo “Google: subdolamente razzista

    1. solo che, quando internet non era ancora la fogna a cielo aperto che è ora, era tecnicamente fattibile, ma adesso è praticamente impossibile. più che altro mi aspetto che spunteranno motori di ricerca “murati”, in cui il controllo dei contenuti è ancora più forte, nell’apparenza di dare una scelta maggiore ed una qualità migliore.

      "Mi piace"

  1. questa è una bella fanellata: parlare delle conseguenze del modo in cui funziona una roba di cui, in realtà, non sai una fava, e trarne conclusioni che coincidono con i tuoi pregiudizi.

    "Mi piace"

  2. Forse sono un po’ in ritardo, ma segnalo che ha buone possibilità un motore di ricerca svizzero, swisscows-punto-com. Non ho ancora provato cosa restituisca per quella ricerca.
    Già il fatto che non rastrella nel porno è positivo: se uno cercasse i versi del “Epitaffio per un monumento ai caduti” di B. Peret, dovrebbe trovare solo quello o poco altro.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.