Pubblicato in: Sottomessi e sanguinari

Basta che non siano kebab

Ma i kebab no. Oltre ad essere spesso realizzati con carne di scarsa qualità – qualcuno dice anche carne di topo – in moltissimi casi sono state riscontrate condizioni d’igiene orribili.

Per me vedere un kebab è condizione sufficiente per mettere quel posto nella mia personale lista nera

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

8 pensieri riguardo “Basta che non siano kebab

  1. Come sempre dipende. La pizzeria “Totò Sapore” del mio paesotto piemontese fa una pizza che stai male 2 giorni. Io sono convinto che esista per riciclare denaro, è sempre vuoto da anni.
    I turchi dietro Piazza Gramsci a Cinisello Balsamo (indicazione per brianzoli di passaggio), invece, fanno una grigliata d’agnello spettacolare, tant’è che ora hanno aperto la sala ristorante accanto e assunto camerieri e tutto.

    Mangiare male nello “street food” alias “lo svuncione all’angolo” fa parte dei rischi del mestiere. Piú di una volta dalla trattoria/mensa sono passato diretto in farmacia.

    Sulla mistery meat invece, ti raccomando i banchetti tipo caldarrostaio abusivo che vendono “spiedini” a Porta Palazzo a Torino (gestione zinghi). Erano la concorrenza abusiva dei salamellari, anche come schifo, al tempo dei Murazzi.

    "Mi piace"

    1. Meno aneddotico e più serio, i popoli nordafricani e dell’asia minore hanno una cucina fantastica, simile a quella greca, pugliese e andalusa, che sta al kebabbazzo da sballoni in fame chimica come un ristorante Nobu di Tokyo sta al sushi all-you-can-eat a 10,90€.
      O come la cucina italiana sta al ristorante “Fettuccini Alfredo” di Broccolino. Perché si sa che le lasagne sono fatte con polpette in scatola e Crisco™.

      "Mi piace"

    2. Tutto bello e condivisibile. Infatti non ho parlato di turchi o tunisini. Ho detto kebab. Potrebbe farlo anche uno che si chiama Sala, ma dopo aver letto che li comprano congelati dalla Germania e dalla Turchia e che in alcune partite han trovato carne di topo….

      "Mi piace"

      1. la carne congelata, già che siamo nel ventunesimo secolo, è abbastanza la normalità. la storia della carne misteriosa, invece, gira da un sacco ma le fonti sono discutibili. senza contare che si dice la stessa cosa dei würstel, della mortadella e persino della salsiccia. in pratica l’unico considerazione dimostrabile è che si tratta di carne di qualità medio-bassa, con una notevole quantità di sale, spezie e nitriti – ossia esattamente quello che c’è in un qualsiasi salume/insaccato/scatoletta economico, in quanto è l’esatto motivo per cui sono stati creati. poi puoi dirmi che tu ti nutri esclusivamente di angus irlandese allevato all’aperto e nutrito ad erba per ventiquattro mesi, che ti viene consegnato ancora sanguinante, che ti frolli personalmente cinque settimane nella tua cava di sale, che cucini nel forno a vapore a 55.5ºC e che lo grigli con il grill a infrarossi a 444ºC per 33 secondi per lato, ma non è quello il punto.

        "Mi piace"

          1. la cava di sale, se ti accontenti di quantità meno industriali, la puoi sostituire con un piccolo frigorifero (non vuoi veramente frollare cinque settimane il pezzo di mucca nel frigo “normale”). magari con dentro un paio di lastre di sale. il grill elettrico classico, normalmente, sta sotto i 300ºC. le alternative sono la tradizionale torcia, oppure, se non badi a spese, uno di questi qui: https://www.ottogrills.com/product/otto-lite/

            "Mi piace"

          2. il forno a vapore, puoi sostituirlo mettendo la bistecca nella bustina e usando un circolatore da un centinaio di euro (tipo anova). non è la stessa cosa, ma è una approssimazione accettabile.

            "Mi piace"

  2. Beh, la variante greca (gyros) è fatta con carne di porco… l’avevo provato quano ero stato invitato a cena da un imprenditore greco. Non è male ma fuori di Grecia non è facile trovarlo come cibo di strada ma solo da ristorante e osteria.
    Visto cos’è successo ieri sera a Vienna, conviene provare a farselo in faccia ai beduini (tenendo in tasca una Colt 1911, naturalmente).

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.