Pubblicato in: Uncategorized

Per capire chi vi comanda

Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare

Francois Marie Arouet (Voltaire)

Questa citazione l’avevo proposta nel 2018 (“Quei che cumandan” si dice in Milanese). Ora i simpatici ragazzi di scenarieconomici.it l’hanno provata sulla loro pelle: la malvaGia azienda, quella che un tempo chiamavo la grande suocera, quella che un tempo aveva come motto “Don’t be evil” (“non essere malvagio”) ha deciso di non elargirgli più talleri in cambio di pubblicità. Che era di fatto l’unico introito dei ragazzuoli di scenarieconomici, ossia erano i talleri coi quali ci pagavano il sito e magari qualche tozzo di pane anche per loro.

Oggi ci fan sapere che

Questa lista è l’elenco degli articoli che Google ci ha chiesto di cancellare/oscurare per poter riprendere ad utilizzare i loro servizi. Così avete un’idea dei temi che sono “INtoccabili” per il mainstream

E la dea Tutte – semper Gnocca! – mi ha detto in sogno di salvarli! Cioè li avevan già salvati altri di cui non faccio il nome (tanto lo sapete già). E tosto io ve li proporrò!

Morte alla censura!

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

6 pensieri riguardo “Per capire chi vi comanda

  1. scenarieconomici è un sito immondizia. pubblica solo cazzate. a volte innocue, a volte un po’ meno. e lo fanno per specularci sopra. il titolo medesimo del sito è falso. visto che con l’economia, la roba che pubblicano ci sta quanto l’astrofisica sta all’oroscopo. le pagine non sono state “censurate”, semplicemente google ha detto “su quella merda non ci puoi fare dei soldi”.

    "Mi piace"

    1. Permettemi una domanda seria: quali sono le fonti di informazione che consideri attendibili ed autorevoli?
      Non mi venire a dire corriere, repubblica, sole, il giornale eccetera che l’elenco delle bufale che hanno avallato è lungherrimo.
      Avrai delle testate “moderne” ossia solo sito che leggi… ce le vuoi dire?

      "Mi piace"

      1. l’approccio è sbagliato a priori: fonti attendibili ed autorevoli in senso assoluto non esistono. quello che puoi fare è prendere le varie notizie, confrontarle ed eventualmente verificare il materiale e le fonti – questa ultima operazione, ovviamente, è difficilissima in pratica, perché bisogna avere la competenza per farlo. a volte puoi, a volte no. nell’ambito scientifico, è ancora relativamente semplice riconoscere le minchiate più plateali per via statistica – i ciarlatani “metodo classico” tendono a citarsi da soli o a fare citazioni circolari di raggio molto breve.

        Non mi venire a dire corriere, repubblica, sole, il giornale eccetera che l’elenco delle bufale che hanno avallato è lungherrimo per carità. però, se ti metti a schivare qualunque cosa abbia pubblicato notizie più o meno ampiamente fasulle, da leggere, ti restano solo i cartelli stradali. ma c’è una certa solida differenza tra “ha pubblicato un sacco di cazzate” e “pubblica solo cazzate”.

        e ricordiamo sempre le parole del sommo™: le vittime si riconoscono dal pianto, il colpevole dal piagnisteo. quando qualcuno grida alla censura, molto raramente è stato davvero censurato.

        "Mi piace"

          1. per le cazzate di tutti i giorni ti basta wikipedia. tanto una laurea in matematica / fisica / chimica / biologia, non te la fai su internet, e certamente non ti esce in dieci minuti. per le notizie basta una selezione di quotidiani, magari qualcuno estero, in lingua originale e un po’ di pensiero critico.

            "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.