Pubblicato in: Le tasse sono una cosa bellissima, leviatano
I debitori più numerosi del fisco? Non sono le partite Iva, bensì pensionati e lavoratori dipendenti. Lo fa notare Angelo Deiana, presidente di Confassociazioni. «Leggendo l’audizione dell’Agenzia delle Entrate del settembre scorso alla Commissione Finanze della Camera – scrive Confassociazioni- emerge che i contribuenti con debiti residui da riscuotere sono circa 17,9 milioni. Di questi, tre milioni sono persone giuridiche (società, fondazioni, enti, associazioni), 14,9 milioni sono persone fisiche, di cui solo quasi 2,5 milioni con una attività economica (artigiani, liberi professionisti)».
Il condono o pace fiscale del governo Draghi, quindi – aggiunge Deiana – «interessa di più dipendenti e pensionati anche per la natura dei debiti, perché quelli non recuperati sono soprattutto quelli con enti locali, per esempio le multe, la Tari».
fonte: Il Corriere della Sera via Lino Ricchiuti su FB

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

Un pensiero riguardo “

  1. «interessa di più dipendenti e pensionati anche per la natura dei debiti, perché quelli non recuperati sono soprattutto quelli con enti locali, per esempio le multe, la Tari». che, però, non hanno nulla a che vedere con il problema dell’evasione fiscale intesa come reddito sommerso.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.