Pubblicato in: cristofobia

.Troppo poco, troppo tardi.

La Chiesa ha parlato.

Troppo poco, troppo tardi.

Ma stavolta l’ha fatto, nota al merito. Evidentemente si è giunti a una linea rossa.

Piaccia o no, esiste un Concordato. E libertà di parola e culto sono a rischio. Ok che le due non sono esattamente rispettate da qualche anno, ma prendiamo per buona la situazione.

Io sto con le Scritture, la Dottrina e il Catechismo. Io sto con la Santa Chiesa Cattolica.

Sto col diritto naturale, la logica e la coscienza.

Se l’Italia, oltre alla Sicilia come nazione, si mette contro la fede e contro la famiglia…

Non esiste più terreno di discussione.

Non c’è democrazia che tenga sui principi non negoziabili.

La Chiesa, comunità dei fedeli in terra, dipende unicamente da Dio.

Ed è una monarchia assoluta con sovrano Gesù Cristo e il pontefice come suo vicario.

Certi punti non sono oggetto di discussione.

E nemmeno io intendo discutere.

Sono l’ultimo dei peccatori, un uomo indegno e di caratura morale pure inferiore a un miscredente. Ma per certe cose so di non poter cedere.

E so di non smuovermi di un millimetro. Un conto è peccare, un altro essere apostata ed eretico. MAI.

Nel mondo, ma non del mondo!!!

L’ha scritto in origine Alessandro Saraceno ma condivido tutto

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

4 pensieri riguardo “.Troppo poco, troppo tardi.

  1. Io no.
    Da protestante, questi incitamenti alla prevaricazione non li posso accettare. Finchè restano convincimenti personali li sopporto, quando passano all’imposizione a chi non li condivide, non più. La guerra dei trent’anni è finita da 373.
    Ho già subito fin da scuola discriminazioni e soprusi vari per la mia religione.

    "Mi piace"

    1. Sommessamente vorrei farti notare che se approvano il dll Zan e vai in una piazza a leggere Genesi 1:26-28 e svariati passi del NT ti sbatteranno in galera per crimine d’odio.
      Altrove con provvedimenti simile è già successo.

      "Mi piace"

      1. Semplicemente è falso. Abbiamo commentato il testo del DDL con il nostro pastore e con un altro: la pura citazione del testo non è illegale, di suo non lo sarebbe nemmeno quella del Mein Kampf o di Stato e rivoluzione (il secondo, meno noto, è pure online e nessuno lo farebbe togliere per incitamento all’odio).
        Se si cita la Bibbia è una cosa, se dicendo cosa contiene si incita a commettere altri crimini è un’altra.
        Credere che Cristo sia rappresentato da un uomo è una convinzione personale; imporre la volontà di quest’uomo a chi non la riconosce e non riconosce la sua posizione è una prevaricazione.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.