Pubblicato in: L'ignoranza è una brutta bestia

Il bello del green e del rinnovabile, ovvero la miseria

In California (che da sola è la sesta potenza economica mondiale) è stato chiesto ai proprietari auto elettriche di non ricaricare le vetture in quanto la rete va in sovraccarico.

Per completezza di informazione, il California Department of Motor Vehicles ci dice che i veicoli elettrici sono l’1,2% (unovirgoladuepercento) dei 27,7 milioni di veicoli registrati in quello Stato.

È abbastanza facile immaginare che, quando detti veicoli saranno il quindici o il venti per cento del totale, si fermeranno ascensori, scale mobili o magari la produzione industriale verrà razionata.

Vi sono già decine di studi che dimostrano che la motorizzazione di massa elettrica è incompatibile con l’attuale capacità di produzione elettrica e con quella di trasporto delle reti, ma il mantra ha fermato il ragionamento.

Oltretutto questi idioti sono riusciti a portarsi dietro tutta l’Unione Europea che intende sbarazzarsi di un’eccellente tecnologia in cui è leader mondiale (il motore a combustione interna a basse emissioni) per aderire alla follia elettrica.

Tanto domani sarà facile imporre per decreto alla gente di non spostarsi in nome dell’elevato concetto dell’ecologia.E i miopi, applaudono.

Non hanno capito che si stanno giocando la loro stessa libertà” (Paolo Bardicchia)

La “transizione ecologica”, come tutte le ideologie, produce inevitabilmente miseria e tirannia.(dalla bacheca di E.Capozzi)

Di Bruno Venturi via FB

Detto con altre parole, non c’è abbastanza energia a disposizione. In California vi è chi acquista per casa loro gruppi elettrogeni. Anche perché una Tesla assorbe piu’ di 50 Kw per una ricarica. Chi compra una Tesla dovrebbe anche comprarsi un gruppo elettrogeno diesel per ricaricarla. Se fosse intelligente. Così però si svelerebbe la bestiata dell’auto elettrica: semplicemente le infrastrutture non sono pronte.

Già lo scriveva il magnifico Mattia Butta anni fa (a proposito, ha ripreso a bloggare!). Peccato abbia tolto tutto dalla rete. Era un articolo magnifico, con numeri oggettivi e calcoli semplici ed incontrovertibili.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

4 pensieri riguardo “Il bello del green e del rinnovabile, ovvero la miseria

  1. “Era un articolo magnifico, con numeri oggettivi e calcoli semplici ed incontrovertibili.”

    Ed ha causato su tanti gretini lo stesso effetto di un esorcismo contro il demone Pazuzu. Putroppo l’ecologista quadratico medio non è in grado di fare alcun tipo di ragionamento quantitativo. Per lui se le auto elettriche non hanno il pannello solare sul tettuccio per colpa del GGG (grande gombloddo globale) e non perché da un pannello piazzato là ricavi più o meno l’energia per ricaricarti il cellulare e non di certo per fare km e km.

    Piace a 1 persona

  2. “griiiiiiiiiiiin”

    Con tale parola, si ottengono consensi: sono sempre più dell’idea che 12 mesi di sano servizio di leva con lavaggio delle gavette unte con la terra, (ricorda che per i prossimi 12 mesi, mangerai in quella gavetta, quindi strofinala bene, o passi un guaio) sia un buon modo di riportare tali sbandati sulla retta via.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.