Pubblicato in: cristofobia, Critica alla ragion pura, Sinistro

Delirante

Andrea Sartori ieri scriveva:

Umberto Galimberti, personaggio orrido e pericoloso, dice che non esiste libertà sinché esisterà il Cristianesimo. Ora seguiamo bene il discorso perché è istruttivo sotto diversi aspetti dell’orrore che ci stanno preparando

«Il cristianesimo ha messo al centro l’individuo, la cosa più importante è salvare l’anima e la si salva individualmente. L’individualismo è partito da quella concezione: Agostino dice che “Allo Stato non compete il compito di cercare il bene comune, ma di togliere gli impedimenti che si frappongono alla salvezza dell’anima”, che però resta individuale» quindi oltre a proporre il TSO a chi “crede alle apparizioni di Fatima e Medjugorje” dice che «Fino a che funziona questa cultura – il cristianesimo non è solo una religione ma una cultura collettiva, anche gli atei oggi sono cristiani – ecco finché resta questo noi non ci libereremo mai. Occorre assumere un atteggiamento critico nel primato dell’individuo, rispetto al primato della comunità».

Il primato della comunità sull’individuo. Ovvero il totalitarismo. Fa il paio con le parole di Xi Jinping, lo Stalin del XXI secolo, in Tibet: il buddismo deve adattarsi allo Stato socialista, nessuno spazio alla ricerca spirituale individuale, siete come formiche

A cosa mirano questi signori? A cancellare la nostra individualità (le mascherine servono a quello, mica a proteggere) e la nostra spiritualità. Perché chi è consapevole di una salvezza oltre la morte non si fa condizionare, non ha paura: quindi bisogna cancellare il Cristianesimo, che ti parla di vita eterna, per far posto alla “scienza” che ti dice che sei carne da vermi. Ma che puoi differire questo nulla eterno con mascherine e intrugli non testati (con la paura della morte ti usano come cavia).

Tutto questo è semplicemente satanico e anticristico.

Andate a leggervi la voce relativa a Umberto Galimberti su Wikipedia che esordisce con:

filosofo, accademico e psicoanalista italiano, nonché giornalista de La Repubblica.

Ah beh, chiarissimo. Tuttavia l’incipit, ossia l’antilegame tra libertà e Cristianesimo non lo trovo. Ho trovato quella frase ripetuta su «ilsussidiario.net, e su newsonline.it. Un altro riferimento c’è nell’articolo «Galimberti: “Tso per no vax e chi crede a Medjugorje”/ “Sono pazzi, vanno curati”» dove scrivono che se ne sia uscito con queste ed altre perle nella puntata del 15 luglio della trasmissione “La Onda” su La7.

Ora io mi vanto di non guardare – credo da oramai 4 o 5 anni – telegiornali e talk show e soprattutto non ho mai guardato “La 7”, per cui chiedo a voi la cortesia di confermarmi questa citazione.

Mi aiutate, per piacere?

PS: sulle frequenze de La 7 una volta trasmetteva Telemontecarlo. Ma era tutt’altra pasta, specie quando trasmettevano i cartoni di Asterix a Natale

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

2 pensieri riguardo “Delirante

  1. Ovviamente tale individuo, tali idiozie le dice qui da noi, ove -peggio delle passeggiatrici, e con tutto il rispetto per loro- gli itaGLIani, popolo notoriamemte rincoglionito, per farsi una foto sullo scoglio al mare, accettano qualsiasi cosa; da metodi di stampo nazista vedi il grIIn paSS, i peggio vaccini sperimentali, revisisionismo storico idiota, fedez & marmaglia al seguito: perché non va in Russia a proferire tali puttanate?? Dove portano le scolaresche in visita ai monumenti (manutenuti e lucidati) ai caduti della seconda guerra mondiale, spiegandogli che se oggi sono qui, é grazie a loro che hanno dato la vita per la madre patria Russia, e poi messa in suffragio dei caduti: roba da lagrimoni nel vedere ogni bambino depositare un fiore alla base della stele. Qui invece la memoria viene calpestata, ma vuoi mettere il covid che se ceni in piedi non c’é mentre se ti siedi al tavolo sì??

    Piace a 1 persona

  2. Molto bene Paolo Canziani che commenta:
    «Boh, se quello riportato è il suo discorso, è totalmente privo di senso, un puro non sequitur.
    In sostanza direbbe:
    “il Cristianesimo mette al centro la persona singola, novando rispetto alla tradizione ellenica che voleva la primazia della città sul singolo.
    QUINDI non ci può esser llibertà” di che? di imporre obblighi a cazzo?
    “la guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza”
    Ecco, la seconda che hai detto.
    »

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.