Pubblicato in: Facce da gluteo, Fascisti

No non è un lasciapassare

Tralasciamo il fatto che il lasciapassare verde non è un certificato di vaccinazione. Il lasciapassare te lo danno anche se te la sei sciroppata la malattia o se (per un paio di giorni) il tampone dice che non ce l’hai.

Il Vaiolo aveva un letalità del 35% e lasciava conseguenze invalidanti ai sopravvissuti. Il suo vaccino aveva effetti collaterali in 1 caso su 200.000 (uno su duecentomila).

Il Covid-19 ha una letalità inferiore allo 0,4% (sotto i 50 anni, secondo Wikipedia e OurWorldinData). I suoi vaccini hanno effetti collaterali in un caso su mille, più precisamente (e cito WikiPedia) “Su 66 milioni di dosi somministrate in Italia sono state riscontrate 84 mila reazioni avverse della quale l’87,1% non gravi.” ossia 1,6 su diecimila reazioni gravi (84000/66.000.000 * (100%-87.1%) ~ 1.6/10000 per i meno avezzi).

Effetti collaterali gravi circa trentadue volte più frequenti per il vaccino covid rispetto al vaccino per il vaiolo. Per una malattia che è centinaia di volte meno mortale.

E anche se non sono medico, un minimo di calcolo delle probabilità lo so fare e siccome la pellaccia è la mia, il padrone della pellaccia (che sarei io) conclude che il vaccino polio sì, lo si fa, quello del morbillo anche, l’antitetanica certamente. Ma quello del Covid no. Quelli attualmente disponibili per il Covid non ha senso farli se non sei una categoria a rischio.

Perché quei farmaci sperimentali non impediscono di prendere la malattia e non impediscono di morire di Covid (vedi https://assets.publishing.service.gov.uk/government/uploads/system/uploads/attachment_data/file/1014926/Technical_Briefing_22_21_09_02.pdf che riporto qui sotto). In alcune fasce di età riduce il rischio. Ma non impedisce di diffondere la malattia e non impedisce di ammalarsi e dura solo pochi mesi. Il vaccino della polio invece dura tutta la vita.

Se impedisse il diffondersi della malattia sarei favorevole a correre il rischio. Ma è falso perché altrimenti non avresti i focolai nelle RSA.

Se impedisse di prenderlo sarei favorevole a correre il rischio. Ma è falso perché il numero di vaccinati Covid morti per Covid non è affatto trascurabile.

Quindi no, non ha senso fare il vaccino Covid se hai meno di 50 anni.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

2 pensieri riguardo “No non è un lasciapassare

  1. la questione degli “effetti collaterali” del vaccino sul vaiolo (vedo che avete smesso con quello della polio, dopo la fragorosa figura di merda), sono risultati meno, guarda un po’, perché forse non c’erano le milionate di modi che esistono ora per fare le segnalazioni. è inoltre utile ricordare, sebbene sia stato detto ed ignorato ripetute volte, che segnalazione significa che qualcuno ha fatto il vaccino, il giorno dopo ha avuto un sospetto prurito al sottopalla, ed ha deciso che era colpa del vaccino. non che si è effettivamente verificato che la cosa era effettivamente correlata.

    vorrei ricordare inoltre che, i vaccini “che funzionano” (dalla polio al morbillo, passando per passeggiate di salute tipo la tubercolosi) non impediscono categoricamente di ammalarsi, né impediscono di diffondere la malattia. si limitano a ridurre l’intensità e la durata del decorso e. in certi casi (ma non tutti) rendendolo in gran misura asintomatico.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.