Pubblicato in: Bel Paese di merda

Al cinema

Italia, 2030. Domenica pomeriggio.

Dopo un’intensa settimana di lavoro e stress, decidi di dedicarti alla tua famiglia. Finalmente puoi portare i tuoi ragazzi al cinema.

Il film sul loro supereroe preferito è finalmente nelle sale. Arrivi, trovi subito parcheggio. I biglietti li hai già fatti on line. L’odore di pop corn e caramelle, le luci, i videogiochi,i sorrisi, l’abbraccio di tua moglie. Tutto è perfetto. Provvisto del tuo green pass ti avvicini al tizio che controlla le entrate. Diligentemente, tiri fuori il tuo lasciapassare. Qualcosa non va. Il dispositivo che legge il QR code non da esito positivo. Cominci a sudare. I tuoi ti guardano indispettiti e sono impazienti di varcare la porta d’entrata.

“Signore, qui qualcosa non va!!”

“Ma come ho appena completato il ciclo delle 10 va***nazioni anti co*id!! Guardi le ho fatte tutte!”

“Ma non è un problema di va***nazioni” risponde l’energumeno della security.” Il sistema ci ha appena segnalato che lei è in ritardo con i pagamenti inerenti alle forniture di luce e gas, che ha una multa arretrata per divieto di sosta e per di più la sua auto risulta essere troppo inquinante e supera di mezzo punto le emissioni massime di CO2 consentite dalle nuove disposizioni sull’emergenza climatica!”

Deluso guardi i tuoi figli. Il loro occhi mortificati, carichi di lacrime.

“Oggi niente ragazzi, sarà per la prossima volta…”

Prendi per mano tua moglie e vi avviate verso l’uscita. Le persone in fila mormorano. Ti senti osservato e giudicato.

“Ma che vergogna, davanti a tutti presentarsi col pass non valido, che inciviltà.”

“Neanche i figli al cinema…ancora esiste ‘sta gente”.

Mentre percorri il viale che porta al parcheggio, ti riaffiorano alla mente le immagini di nove anni fa. Cortei, piazze piene, gli scontri di Trieste. Migliaia di persone che urlavano il loro No deciso e protestavano contro l’introduzione del lasciapassare verde. Ora capisci perché l’allora premier e gli organismi internazionali insistevano tanto per abituarti a vivere col green pass. Tu che credevi lo facessero per la tua salute. Tu che davi dell’incivile e del troglodita a chi esprimeva dubbi sulla reale natura del provvedimento, ora hai dei dubbi. Forse le persone che urlavano “Libertà”, che si opponevano e prendevano l’acqua gelata degli idranti e le manganellate, non erano poi così coglioni. Forse avevano ragione loro.

“Ricordati di pagare, io queste figure non le voglio più fare, hai capito?” La voce della tua consorte ti riconnette alla realtà.

“Domani ci penso, amore, tranquilla. Ci metteremo in regola e torneremo liberi”

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

13 pensieri riguardo “Al cinema

        1. Era la tesi di quelli che chiami complottisti.
          Se invece vuoi “notizie”, questa è di luglio. https://headtopics.com/it/lasciapassare-obbligatorio-per-andare-al-lavoro-coro-di-no-alla-proposta-di-confindustria-21037057 anche su Twitter https://twitter.com/Corriere/status/1418098256060506115
          Ci ho messo 12 secondi con DuckDuckGo.
          Poi cerchi un po’ meglio ( https://duckduckgo.com/?q=metteranno+un+lasciapassare+per+andare+al+lavoro&t=ffab&df=2020-01-01..2021-01-01&ia=web ):
          1 aprile 2020 https://www.ilgazzettino.it/pay/attualita_pay/veneto_per_tornare_al_lavoro_un_patentino_di_immunita-5145928.html
          Zaia parlava esplicitamente di “patentino di immunità”.
          Poi ci sono articoli come questo https://www.huffingtonpost.it/entry/covid-mettiamo-limiti-a-chi-decide-di-non-vaccinarsi_it_5fe33bd4c5b6ff74797f010f del 23 dicembre 2020 dove non si parla esplicitamente di lasciapassare o di greenpass ma di limitare la libertà di chi non vuole sottoporsi alle terapie geniche.
          Oh certo, sono graniticamente sicuro che considererai queste tutte puttanate.
          Io oramai penso il peggio possibile del governo, di tutti i partiti in parlamento e di praticamente tutti i giornali.

          "Mi piace"

            1. 22/07/2021
              22/07/2021
              12/10/2021
              23/12/2020
              Hai parlato di quelli che un anno fa chiamavo complottisti: dove sono? Quella di Zaia, notoriamente abbastanza suonato, è su tutt’altro piano e nessuno si è sognato di prenderla in considerazione, quindi è totalmente fuori tema. Ancora una volta hai parlato a vanvera.

              "Mi piace"

          1. Ah, dimenticavo: hai inutilmente buttato via 12 secondi dell’unica vita che fino a prova contraria, hai a disposizione. Per non parlare di tutto il tempo che butti via a cercare e e pubblicare bufale e puttanate.

            "Mi piace"

  1. in pratica il green pass, su cui ci sono nome, cognome e data di nascita, verrebbe magicamente collegato a tutti i documenti fiscali, legali ed economici di una persona. tramite qualcosa che posso solo definire “magia”. e, in qualche modo, riuscirebbero a scoprire che sono anni che non paghi un cazzo, magari sei pure tra quelli che fanno condoni, ricevono bonus, e si dichiarano “ad un passo dalla povertà assoluta”, ma vai tranquillamente al cinema.

    siamo sempre alle solite: hanno messo il divieto di circolazione in centro – sticazzi, io giro lo stesso, tanto chi vuoi che mi becchi. anzi, meno traffico e più posto per parcheggiare. dopo sette anni di divieto di circolazione in centro, mettono le telecamere, perché pure le pietre dei marciapiedi hanno notato che un certo x di gente se ne frega, tutti a gridare che le telecamere sono ingiuste perché se passo di lì per andare dall’amante e mi fanno la multa, poi devo spiegare a mia moglie cosa facevo in centro mentre gli avevo detto che ero in trasferta di lavoro a merdanzano.

    "Mi piace"

    1. Qua è proprio la concezione di fondo sulla quale dissentiamo. Io sono per “tutto quello che non è esplicitamente vietato è permesso” e “in meno campi lo stato mette il becco meglio è”. Lo stato, il governo dovrebbe essere a servizio dei cittadini. Perché i cittadini sono sovrani. Qua stiamo finendo tutti schiavi del leviatano statale.

      "Mi piace"

      1. concordo sul “è lecito tutto quello che non è vietato”. ma qui si stanno sparando cazzate ad altezza uomo: quegli stessi dati (e molti di più) sono sul codice fiscale, che devi esibire per fare il 90% della roba, tra cui, tipo, andare in farmacia a prendere medicine. eppure nessuno fa questi discorsi – sebbene sarebbe totalmente banale “ci risulta che lei non paga le tasse, per cui non ha diritto all’assistenza sanitaria”. e si potrebbe fare facilmente da oltre un decennio.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.