Pubblicato in: Uncategorized

In età pediatrica

Lasciamo perdere per un attimo l’atroce e ormai incancrenito dibattito sulla vaccinazione degli adulti. Ci sono ottimi argomenti a favore di entrambe le posizioni quindi, se possibile, teniamolo momentaneamente da parte e concentriamoci su un aspetto molto più urgente: i trattamenti preventivi anti-Covid in età pediatrica.

Premessa: chi scrive ha due figli, entrambi perfettamente in regola col calendario vaccinale quindi, cortesemente, astenersi commenti da mentecatti. Fine premessa e andiamo al punto.

Astrazeneca, quando fu autorizzato, era ritenuto “sicuro” dalle autorità del farmaco. Poi si rivelò talmente pericoloso che alla fine sono stati costretti a ritirarlo.

Ora, nonostante questo gravissimo, sesquipedale e recentissimo errore, come se niente fosse, si autorizza la vaccinazione di bambini di cinque anni con un prodotto che non ha praticamente alcun dato affidabile. Né tanto meno studi con campioni statisticamente decenti e osservazioni sugli eventi avversi non solo nel breve ma soprattutto nel medio/lungo periodo. Per di più per “preservare” i bambini da una patologia che ha un tasso di letalità – nella fascia di età di riferimento – che è praticamente zero.

Ebbene, difronte a questo che vi dice la vostra sensibilità di genitori? Buonsenso imporrebbe estrema, totale, cautela. Perché noi siamo non solo esercenti della potestà genitoriale ma i massimi custodi della salute dei nostri figli.

Per come la vedo io, e senza voler tirare in ballo ipotesi comportamentali da lucidi criminali, quella di EMA è una decisione da pazzi irresponsabili. Una deriva scellerata che oltrepassa ampiamente una linea rossa non travalicabile. E impone a tutti i sinceri democratici di farsi un serissimo esame di coscienza. Anche perché, gli ultimi a fare esperimenti di massa sui bambini sono stati i nazi. Fate un po’ voi.

Da ultimo, ci tengo a dirvi che questo non è esattamente il testo che ho letto su Democrazia Giustizia e Libertà http://t.me/demgiulib; ho fatto qualche piccola modifica ma condivido appieno la sostanza, percui condivido, avallo e sottoscrivo. Tuttavia mi rifiuto di chiamarli “vaccini”. La maggior parte sono terapie preventive.

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

2 pensieri riguardo “In età pediatrica

  1. “Astrazeneca, quando fu autorizzato, era ritenuto “sicuro” dalle autorità del farmaco. Poi si rivelò talmente pericoloso che alla fine sono stati costretti a ritirarlo”. no, non è vero. la pericolosità è in linea con gli altri. solo che, grazie alle notizie terroristiche pubblicate dai giornali, la gente ha cominciato a rifiutarlo, e quindi sono stati costretti a smettere di somministrarlo.

    “Né tanto meno studi con campioni statisticamente decenti e osservazioni sugli eventi avversi non solo nel breve ma soprattutto nel medio/lungo periodo”. e come si ottengono questi campioni? chiediamo alla fatina buona del cazzo?

    "Mi piace"

    1. Sei il solito dissacratore disfattista. Per sapere gli eventi avversi nel lungo periodo si prende una sfera di cristallo e ci si guarda dentro, e quei fetenti per risparmiare sull’acquisto della sfera hanno evitato di farlo e ci hanno lanciati in pasto ai leoni senza neanche una spadina di latta da carnevale.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.