Pubblicato in: Sottomessi e sanguinari

Il puerile

Lo studioso laico tedesco Salomon Reinach dichiara nella sua analisi:

“Dal punto di visto letterario il Corano ha poco merito. La declamazione, la ripetizione, la puerilità, la mancanza di logica e di coerenza colpiscono il lettore impreparato ad ogni svolta. È umiliante per l’intelletto umano che questa letteratura mediocre sia divenuta oggetto di innumerevoli commentari e che ancora milioni di uomini stiano perdendo il loro tempo ad assorbirne i contenuti” (Reinach 1932:176).

Perfino lo studioso Iraniano Ali Dashti, lamenta i difetti letterari del Corano dicendo: “Sfortunatamente il Corano è stato edito malamente e i suoi contenuti sono organizzati in maniera molto confusa”. Egli conclude che “Tutti gli studiosi del Corano si chiedono perché gli editori non hanno usato il metodo logico e naturale di ordinare il testo per date di rivelazione come è nella copia perduta del testo di Ali Ibn Taleb” (Dashti 1985:28).

Un’altra caratteristica significativa è la frequenza con cui troviamo versioni alternative dello stesso passaggio in parti differenti del Corano. La stessa storia si trova ripetuta con piccoli variazioni in Sure differenti. Se accostate, queste varie versioni spesso mostrano lo stesso tipo di differenze che si trova tra versioni parallele nelle tradizioni orali (Cook 1983:69). Ci troviamo di fronte ad un’altra prova che si tratta di un libro non scritto da uno stesso autore, ma compilato più tardi da più di un individuo.

Il Corano è un ammasso di versi poveri di senso e di contenuti, privo di una struttura organica, saltando senza criterio da un argomento ad un altro completamente differente, una raccolta confusa di dichiarazioni e di idee che non hanno alcun legame con i capitoli e con i versetti precedenti.

I musulmani affermano che il Corano costituisce un vero e proprio “Miracolo”, ma in realtà l’unico miracolo compiuto dall’Islam, è stato quello di riuscire a far credere agli ingenui musulmani, che un libro intriso di violenza, ignoranza e superstizione (vedesi le ultime due Sure), pieno di centinaia di errori di ogni genere, possa costituire la trasposizione autentica del pensiero divino!

E non venite a dirmi che sto sbagliando, proponendomi ridicoli “miracoli scientifici”: ho già dimostrato che essi sono TUTTI falsi e privi di ogni fondamento!

Perché nessuno osa attestare la palese verità? E mi riferisco agli imbelli pseudo intellettuali occidentali che sono disposti a far calpestare i propri valori, acquisiti in secoli di storia, pur di attenersi alla sciagurata ideologia del “politically correct”, che prescrive tra le altre cose, che tutto ciò che riguarda l’Islam debba essere rispettato a prescindere dai contenuti! I soloni dell’Europa hanno proposto di nascondere i simboli del Natale (che non è solo un evento religioso, ma celebra un momento di pace e fratellanza universale fra gli uomini), perché offende la sensibilità dei musulmani, ma la mia sensibilità non è forse offesa dal velo dello donne, simbolo ignobile della loro oppressione? Tra l’altro il velo non è certo stato imposto da Allah o Maometto, ma dell’ingerenza di un bigotto come Omar, il secondo califfo (Sahih Al-Bukhari Volume 1, Libro 4, N. 148)!

Se una circostanza è stata imposta dall’ignoranza, io devo rispettarla?

Se la libertà viene lesa per far posto ad un’autolesionistica tolleranza, a scapito dei miei valori etici, io devo tollerarlo?

Ricordo che nessun paese musulmano, ha mai voluto firmare la Dichiarazione universale dei diritti umani, ma questo è facile da capire, perché per l’Islam non esiste il Libero arbitrio, e gli esseri umani non hanno alcun diritto, essendo schiavi di Allah [(3:20), (8:51), (18:1), (18:65)]. “È solo perché Mi adorassero che ho creato i dèmoni e gli uomini” (51,56): parole dettate da un presunto Dio, egoista e narcisista. Un Dio che crea gli essere umani per renderli schiavi, è un autentico abominio, che è contro l’etica, la logica e l’umanità insita in ognuno di noi!

Autore:

La Dea Tutte mi ha inviato a combattere il demone dell'evanescenza, fin dalla pianura che non deve essere nominata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.