Emma Bonino confessa: Abbiamo chiesto NOI che tutti gli sbarchi avvenissero in Italia – YouTube


A scanso d’equivoci me lo son salvato. E no, non ho fatto l’analisi del timbro vocale per controllare che fosse veramente la mammana ammazza bambini, la bonino, accredito fiducia e stima a Sherif El Sebaie che lo ha condiviso su faccia-libro

Nel caso non fosse così ogni corezione è ben acceduta.

Vedrete, che gioia…


«Panini gratis, che sia un momento di gioia», il regalo del burger store ai bimbi dell’oncologia pediatrica

Già, vedrete che gioia per i poveri cristi del Pouk Burger Store. Mi dispiace per loro e per il loro bel gesto che condivido appieno ma sono sicurissimo che v’è già qualche occhiuto e zelante maresciallo della Guardia di Finanza che già brama di denunZiarli per evasione fiscale. Giù perché i sudditi, i servi della gleba – ossia i comuni cittadini – non si possono permettere di regalare, nemmeno il pane di scarto.

Andate a rileggervi «Donare è un po’ evadere»1.

Purtroppo per loro questo stato infame e vampiro pretende le tasse anche quando regalate le cose.

Continua a leggere

Citazione

Devo assolutamente riproporvi qusto geniale pezzo che Andrea Sartori ha proposto su faccialibro. Lo ricopio qui sospettando che prima o poi la censura faccia-librica cali pesante soffocando la voce di Andrea.

AMMINISTRATIVE
(Don Camillo e Peppone 2017)

Anche sul piccolo paese in riva al fiume si erano tenute le amministrative. Aveva vinto, dopo tanti anni, il vecchio Giuseppe Bottazzi detto Peppone, che era stato sindaco negli anni gloriosi del PCI. Aveva battuto suo figlio, Lenin Camillo Libero, che aveva deciso di calcare le orme paterne.

La grande sorpresa fu nelle liste in appoggio ai due candidati: Lenin Camillo Libero aveva scelto di farsi appoggiare da una lista vicina all’ala renziana del Partito Democratico, mentre il vecchio Peppone aveva formato una lista civica appoggiata però dalla Lega Nord. In suo aiuto era addirittura venuto il suo vecchio nemico, monsignor Camillo Tarocci, ritiratosi nuovamente in paese dopo essere stato “pensionato” da Papa Francesco. Ma come mai Peppone era passato dal fazzoletto rosso al fazzoletto verde?

Continua a leggere

Amministrative 2017 (Don Camillo e Peppone 2017)…

Citazione

Perché avanzano le destre, e addirittura Casapound batte il Movimento 5 Stelle a Lucca?

Ecco guardate sta foto.

Stazione Centrale di Milano. Ridotta a questo.

Non è un bene né per noi né per loro (che per ingrassare qualche Ong mafiosa che gli ha promesso il bengodi per finire a dormire per terra in una stazione tanto valeva restare in Africa).

Benedetto XVI diceva che va affermato anche il diritto a non emigrare. Questo caos sta facendo male a tutti.

Continua a leggere

Perché avanzano?

Link

Promettente questo Switzerland Institute in Venice come in questo:

Nordexit – Switzerland Institute in Venice

Mi riprometto di seguirlo… sembra decisamente affine al mio modo di intendere le cose. Molto, molto affine.

Non è affatto un caso se, il prossimo 22 ottobre, le regioni in cui si terrà un referendum sull’autonomia sono il Veneto e la Lombardia. Si tratta infatti delle due realtà in cui la Lega secessionista prese sempre più voti, in cui nel 2006 la devolution fu approvata dalla maggioranza dei votanti (e in nessuna altra regione si ebbe questo esito), in cui ancora oggi è più forte il desiderio di segnare le distanze da Roma. La stessa Lega è nata proprio sull’asse lombardo-veneto: prima come Liga Veneta e poi, in un secondo tempo, come Lega Lombarda.

Continua a leggere

Italiana, solo di nome


La persona islamica italiana come quella della foto (https://youtu.be/jqwAI84UBDM) dice “io parlo italiano, mangio italiano, sono di CULTURA ITALIANA (!!!), sono occidentale”.

Eppure, che il soggetto sia nato musulmano o si sia convertito in seguito, ecco come si comporta:

Continua a leggere

Mi dicono sia la festa della repubblica…


Mi dicono sia la festa della repubblica… io non trovo nulla da festeggiare.

L’italia non è casa mia. La mia terra di origine e quella in cui vivo hanno altri nomi. Lo Stato italiano non mi rappresenta e non mi riguarda.

Oh, come condivido quanto scritto da Gioann March Pòlli su faccialibro!

Ripeto, lo stato italiano che Gioann ha avuto la pietà di scrivere in maiuscolo non mi rappresenta. Mi governa con la sua tentacolare e malvagia burocrazia, mi schiaccia con le sue tasse asfissianti ma non mi rappresenta. Anche se sono suo cittadino.

Continua a leggere

Un poverino perseguitatino politichino


 L’assassino di Manchester veniva da una famiglia di “perseguitati politici” da Gheddafi. Due considerazioni:
  1. Non è che tutti i perseguitati politici siano esattamente degli Antonio Gramsci o degli Andrej Sakharov.
  2. i “dittatori” arabi sapevano come trattare l’estremismo islamico. Le ricette di Gheddafi, di Assad, di El Sisi sono le uniche praticabili contro questa gente.

Continua a leggere

La mensa delle beffe – Corriere.it


Mi han segnalato  “La mensa delle beffe” su Corriere.it di Gramellini.

Andate, leggete per piacere. Si racconterebbe di un personaggio con una faccia di bronzo così colossale, con una sfacciataggine così plateale da far sembrare Totò che vende il Colosseo un pivello e Matteo Renzi un dilettante.

Il personaggio parrebbe essere costui

Io mi auguro che sia una celia architettata ad arte da Gramellini per dare visibilità ad altre iniziative del Codacons. Se invece anche solo la metà della metà della metà di quanto vi è raccontato corrispondesse a verità allora povero lui.

Continua a leggere