Pubblicato in: Cina, Facce da gluteo, Sinistro

Sconfortante


Giulio Terzi perplesso per questo pezzo trovato su FB. Ok, ok, la bolla, il farsi manipolare eccetera. Leggetelo. Poi se vi risulta veritiero la domanda è “cosa possiamo fare noi?”

LE OPERAZIONI DI INFLUENZA #CINESE IN EUROPA E NEL MONDO: UNO SCENARIO SCONCERTANTE…!

Pochi giorni fa è stato pubblicato uno *straordinario rapporto di analisi* a firma degli specialisti dell’Institut de Recherche Stratégique de l’Ecole Militaire del Ministero della Difesa #francese.

Nella presentazione del rapporto, si legge come per molto tempo la #Cina, a differenza della #Russia, abbia cercato di essere più amata che temuta: Pechino voleva sedurre, e proiettare un’immagine positiva di sé nel mondo, nello sforzo di suscitare ammirazione…Ebbene, la Cina non ha mai rinunciato del tutto alla propria seduzione, all’attrattiva e all’ambizione di plasmare gli standard internazionali: per il #PCC, il Partito Comunista Cinese, resta essenziale “non perdere la faccia”.

Continua a leggere “Sconfortante”
Pubblicato in: Cina

Xi: ‘Taiwan sarà riunificata alla Cina, no a interferenze esterne’ – Asia – ANSA


Leggete le dichiarazioni di Xi: ‘Taiwan sarà riunificata alla Cina, no a interferenze esterne’. Vi riporto i soli virgolettati:

  • “Il secessionismo di Taiwan è il più grande ostacolo alla riunificazione nazionale, una seria minaccia al ringiovanimento nazionale. Chiunque voglia tradire e separare il Paese sarà giudicato dalla storia e non farà una buona fine”,
  • “la riunificazione completa del nostro Paese ci sarà e potrà essere realizzata”.
  • La soluzione di Taiwan “è determinata dalla tendenza generale della storia cinese, ma, cosa più importante, è la volontà comune di tutto il popolo cinese. La riunificazione nazionale con mezzi pacifici serve al meglio gli interessi della nazione cinese nel suo insieme, compresi i connazionali di Taiwan”,
  • “I compatrioti su entrambi i lati dello Stretto di Taiwan dovrebbero stare dalla parte giusta della storia e unire le mani per ottenere la completa riunificazione della Cina e il ringiovanimento della nazione cinese”,
  • coloro che dimenticano la loro eredità, “tradiscono la loro madrepatria e cercano di dividere il paese, non avranno una buona fine”,
  • “Nessuno dovrebbe sottovalutare la determinazione, la volontà e la capacità del popolo cinese nel salvaguardare la sovranità e l’integrità territoriale”

Non sono ferrato sull’argomento ma mi sembrano argomenti molto simili a quelli che un certo imbianchino usò per giustificare l’Anschluss.

Mala tempora currunt.

Brutte o buone? Dipende


Brutte sorprese dalla Cina: stagflazione alle stelle

Se inflazione e stagnazione non fossero processi che colpiscono prevalentemente le fasce povere e deboli ci sarebbe quasi da gioire delle difficoltà dell’Impero di mezzo.

Ahimè, Winnie Xijinpin Pooh non ne risentirà affatto. Purtroppo ne pagheranno le conseguenze gli operai delle fabbriche prigione.

Ed anche il calo dei costi dei prodotti agricoli da un lato significa più cibo per la classe operaia, dall’altro meno guadagni per i contadini che spesso son troppo poveri. Spero sia una media stile pollo di Trilussa dove ci perdono i latifondisti e ci guadagnano i piccoli. Temo sia più probabile il contrario

Pubblicato in: Cina

Francia: ‘uiguri sfruttati’,inchiesta su 4 big abbigliamento


Sempre a proposito di delocalizzazione

La giustizia francese ha aperto un’inchiesta per “occultamento di crimini contro l’umanità” neiconfronti di quattro colossi dell’abbigliamento accusati di sfruttare il lavoro degli uiguri, inCina. (ANSA)

Francia: ‘uiguri sfruttati’,inchiesta su 4 big abbigliamento – Ultima Ora – ANSA

Segnateveli i nomi:

  • Uniqlo,
  • Inditex:  marchi Zara, Bershka, Massimo Dutti,
  • SMCP: marchi Sandro, Maje, de Fursac ed altri
  • il produttore di scarpe sportive Skechers

Grazie al Cielo non ho mai acquistato da costoro.

Infatti da un annetto la prima cosa che guardo è dove è fatto. Se è fatto in Cina mi ritraggo inorridito. Qualsiasi cosa, ma non “Made in China”. Ed arrivo perfino a preferire il “Made in Germany”. E sapete che anni addietro mi ero riproposto di non acquistare più merci tedesche.

Sappiamo che i cinesi schiavizzano le persone nelle loro fabbriche. Acquistare merci prodotte in Cina ci rende complici!

Come azzoppare il Dragone (e vincere la Nuova Guerra Fredda)


Non ricordo donde mi viene il suggerimento a leggerlo. Se non ricordo male dai malvagji algorimmmi faccialibrici. Nel caso qualcuno dei miei 4 lettori li conosca già costoro del Machiavelli, sareste così gentili da condividere qui la vostra opinione? Grassie

Pubblicato in: Cina, Facce da gluteo

La subdola PROPAGANDA del REGIME CINESE in Italia (grazie Conte!)


Andrea Lombardi – C’è di Peggio oggi scrive

Gli italiani hanno votato l’ANSA come la più affidabile delle testate, facendole raggiungere un indice di gradimento del 82%. Peccato che pochi sappiano come l’ANSA è il veicolo principale della propaganda del Partito Comunista Cinese in Italia

https://peertube.uno/videos/watch/f5d27839-3002-452f-acd0-aa4f3f706313

L’etichetta “facce da gluteo” non si riferisce ovviamente ad Andrea.

Pubblicato in: Cina, Sinistro

Se il partito Comunista Cinese implodesse dall’interno? Il movimento Tuindang


Se il partito comunista cinese implodere dall’interno, come fece quello sovietico? Il movimento Tuidang

Preghiamo che sia così!

E oltre a pregare Iddio cos’è che possiamo far noi, poveri mortali qui nelle terre europee?

Ben poco. Io per esempio cerco per quanto possibile e appena possibile di evitare i prodotti “Made in China”, specialmente quelli tecnologici.

Continua a leggere “Se il partito Comunista Cinese implodesse dall’interno? Il movimento Tuindang”

Il virus cinese che ha contagiato il mondo, che nessuno vede e di cui nessuno parla


L’ho letto molto di sfuggita ma mi pare abbia argomentazioni molto solide e condivisibili

Il virus cinese che ha contagiato il mondo, che nessuno vede e di cui nessuno parla

Il virus cinese aggredisce le cellule del commercio mondiale e infetta ogni settore: dall’alimentare alle materie prime. Ecco come difendersi

Continua a leggere “Il virus cinese che ha contagiato il mondo, che nessuno vede e di cui nessuno parla”