Ted Malloch, the man tipped to be the Donald’s…


Ted Malloch, the man tipped to be the Donald’s Ambassador to the EU, told Andrew Neil last night that he previously held a “diplomatic post where I helped to bring down the Soviet Union, so maybe there’s another union that needs a little taming.”

http://www.westmonster.com/trumps-likely-eu-ambassador-we-will-tame-brussels/

L’Italì fiorisce ogniqualvolta gli Usa hanno una leadership forte e ogniqualvolta Francia e Germania sono deboli. Non si scappa.

Non si scappa anche nel senso che dall’Europa non conviene uscircene, ma ci si deve distinguere. Circa come facevano i Brits fin che c’erano. Per farlo basta puntare a una “special relationship” con gli americani, al dialogo privilegiato con Putin e oimé pure col Sultano occupatore di Costantinopoli. Era in essence la politica estera berlusconiana, quella che gli Imperi franco teteschi gli han fatto pagare, approfittandosi del presidente Usa minus habens che c’era prima (non crederete siano stati i giudici da soli, vero?).

Continua a leggere

Già fatto, Elon!


Elon Musk thinks it’s almost certain that we are living in a computer simulation. In short, we are characters in an advanced version of The Sims — so advanced that it creates, well, us.

Sorgente: This cartoon explains why Elon Musk thinks we’re characters in a computer simulation. He might be right.

Dai, davvero, Elon siamo un pensiero nella mente di Dio.

È Dio che ci sta “simulando” che dice una cosa ed essa è.

Non vorrei dire una pistolata, ma mi pare che questa fosse una delle tesi di Sant’Agostino o di qualcun altro Padre della Chiesa. Ogni correzione e citazione è ovviamente ben accetta…

Però, or mi sovviene che già ne scrissi in giugno. Toh, quindi posso cominciare ad andare in giro a bullarmi di essere cintura giallo-verde di futurism-fu? 🙂

Salva

di Raphael Pallavicini Inviato su Citazioni

Poveri non ce n’erano più


Senza Nubi, il diario di Giuseppe Sandro Mela è veramente una delle migliori letture che mi sia capitata di recente, perché ci trovi perle, come oggi in «Italia. Povertà. Un disonore nazionale»:

Nella Repubblica di Genova, nell’anno 1347 si chiusero le mense civili per i poveri perché di poveri non ce ne era più nemmeno uno. Eppure la Repubblica di Genova era la quintessenza del capitalismo, di quello “selvaggio” per usare una terminologia odierna, retto con uno “stato minimo” ma così minimo che virtualmente non esisteva.

E questo nonostante ci fosse un tale che a chi faceva la cresta sulla cassa comune diceva:

Continua a leggere

Riconoscerlo


Vi è chi sostiene che l’italico stato sia di fatto fallito fin dal governo Monti. Certo appare fallita l’idea di creare gli “Stati Uniti d’Europa” sia come comunità di stati che come comunità di popoli allo stesso modo in cui in oltre un secolo e mezzo non sono riusciti a “fare gli italiani”. Mi sembra quindi opportuno riproporre questa proposta che ho letto su MiglioVerde:

FACCIAMO FALLIRE L’ITALIA: UN MANIFESTO DA RILANCIARE

Continua a leggere

Link

The 11 Most Essential Self-Defense Techniques Everyone Needs

queste non ve le riporto che sùn ciàpaa. Andètt su cracked e tie guardet de par tì (I’m busy. You can go to cracked and see them yourselves1)


  1. no, I won’t translate Milanès into Florentine2. I’d rather translate it into English or German. I’d prefer Chinese rather than Florentine. 
  2. the florentine dialect is the thing most of you call “italian” 
di Raphael Pallavicini Inviato su Citazioni