Pubblicato in: Complottismo

Se non vi è chiaro così…


Registrato con la telecamera nascosta, l’ideatore del Great Reset confessa che i pupazzi che ha nella borsa della mafia di Davos: “Sono tutti nelle nostre mani, politici, media e soprattutto esperti e scienziati” Klaus Schwab . Se non vi è chiaro così…

Enrico Farabollini su Twitter

PS: il video l’ho salvato. Nel caso il tweet venisse censurato, lasciate un commento che lo carico su IPFS o cose così

Pubblicato in: Complottismo, Facce da gluteo

No ibuprofene, tachipirina ok. Ecco i farmaci da non prendere


Prima che lo cancellino lo metto qua:

No ibuprofene, tachipirina ok. Ecco i farmaci da non prendere stava su https://www.ilgiornale.it/news/cronache/no-ibuprofene-tachipirina-ok-ecco-i-farmaci-non-prendere-1842443.html

20 marzo 2020. Non dimentichiamo

Continua a leggere No ibuprofene, tachipirina ok. Ecco i farmaci da non prendere
Pubblicato in: Complottismo

Agenda psicologica 2030 – Parte 1: Introduzione – Megachiroptera


I miei girovagare mi han portato ad aprire questo….

Formazione all’obbedienza per adulti in età prescolare già a livello globale con miliardi di finanziamenti per il pieno controllo Source: December 16, 2021; by Corey Lynn L’entità espos…

Agenda psicologica 2030 – Parte 1: Introduzione – Megachiroptera

È lungo ed in molte parti. Ora non ho tempo di leggerlo ma le premesse sembrano interessanti ma inquietanti.


Quando, mumble anni fa, eravamo in attesa del primo figlio, SAPEVAMO che il rischio di interruzioni involontarie di gravidanza era attorno al 10%..

La prima è andata così

Con le altre due gravidanze ho avuto due splendide figlie.

Quando, a seguito di somministrazioni, il rischio PIÙ CHE QUADRUPLICA il segnale è chiaro: qualcosa nella somministrazione è DANNATAMENTE DANNOSA

Ma questi non sono nemmeno dati non noti. Che l’aumento negli aborti spontanei sia di questo ordine di grandezza è arcinoto da almeno un anno e mezzo.

Ma, tranquille/i, se vi invitano a fare la quarta o la quinta, non esitate: e per il bene degli altri


Alain Eman su faccialibro

Lui ed altri spero di trovarli anche altrove che l’aria su FacciLibro si sta facendo pesantissima. Nel frattempo lo copio qui

Quadruplicato

Pubblicato in: Complottismo

Duecento anni


I Rothschild hanno iniziato la loro guerra contro la Russia nel 1814, durante il Congresso di Vienna.

Si sono illusi di aver vinto, facendo assassinare lo zar Nicola II e tutta la famiglia Romanov.

Invece, dopo oltre 200 anni la guerra non solo continua, ma sta entrando nella fase decisiva!

Dal mio* libro: << Mentre Napoleone, il grande nemico dei banchieri, veniva sconfitto clamorosamente, negli anni 1814/15 si tenne a Vienna un congresso per definire i nuovi assetti del continente, dopo gli sconvolgimenti portati dall’era napoleonica. Vi parteciparono i rappresentanti delle grandi potenze europee e di tutti gli Stati minori. Come abbiamo già visto, fu in quell’occasione che i Rothschild ottennero per sé la neutralità permanente della Svizzera.

Bisogna rilevare che, delle potenze alleate contro Napoleone, solo la Russia non aveva una banca centrale sotto l’influenza della cupola rothschildiana. Ciò la poneva in contrapposizione di fatto con l’Inghilterra e l’Austria, in quanto gli interessi relativi alla politica finanziaria non potevano essere più divergenti. Lo zar Alessandro I era un vero autocrate e governava tutto in Russia, compresa l’emissione della moneta.

Rothschild, invece, aveva in mente di centralizzare il controllo sul credito, onde creare le basi per una forma di governo monolitica. Ma le manovre dello zar, che riuscì a convincere molti sovrani degli Stati minori della pericolosità della politica rothschildiana, fece fallire il suo piano. Fu durante questo congresso politico che, nel 1815, Nathan Mayer Rothschild giurò eterna vendetta allo zar. Egli lo minacciò che un giorno la casa Rothschild avrebbe annientato tutta la famiglia imperiale russa. Infatti, come vedremo, i Rothschild ci riuscirono, 103 anni dopo. La profonda inimicizia della famiglia reale russa per i banchieri a caccia di banche centrali ebbe in questa vicenda la sua origine.

Nelle nostre scuole, l’insegnamento della storia evita di ricordare il fatto che fu lo zar a decidere la guerra civile americana e a salvare gli Stati Uniti di Lincoln.

Nel 1861, allo scoppio della guerra di secessione americana, governava in Russia lo zar Alessandro II, nipote di Alessandro I. Esaminando la realtà dei fatti storici, si scopre che la preoccupazione dei banchieri europei per il denaro cartaceo di Stato emesso da Lincoln fu tale che essi fecero inviare, a una coalizione di potenze europee, delle truppe in Messico per soccorrere la Confederazione del sud in difficoltà. Lo zar Alessandro II, allora, minacciò le cinque potenze europee che, se una di esse fosse intervenuta attivamente nella guerra civile americana, essa sarebbe stata anche in guerra con la Russia. Nel settembre del 1863 una squadra navale della marina russa giunse a San Francisco mentre navi da guerra russe arrivavano anche nel porto di New York, tra il giubilo della popolazione. Lo zar aveva comandato ai suoi ammiragli di mettersi agli ordini di Abraham Lincoln e di combattere qualsiasi potenza avesse attaccato l’Unione. Il salvataggio degli Stati Uniti e della loro moneta libera da debito incollerì ancora di più i banchieri. >>

Mario Haussmann
Pubblicato in: Complottismo

Domande


La decarbonizzazione per strangolare ben bene la produzione alimentare:

“Un caro amico coltiva oltre 10.000 acri di mais nel Midwest. La proprietà si sviluppa su 3 contee. La sua operazione è una “fattoria di partnership” con John Deere. Usano le attività agricole più grandi come progetti dimostrativi per la promozione e lo sviluppo di nuove attrezzature. Di recente ha ricevuto una telefonata dal suo rappresentante John Deere e vogliono che l’azienda agricola passi a trattori elettrici e mietitrebbie nel 2023. Attualmente ha 5 mietitrebbie diesel che costano $ 900.000 ciascuna che vengono scambiate ogni 3 anni. Inoltre, oltre 10 trattori davvero GRANDI. JD vuole che diventi elettrico presto.

Ha detto: “Ok, ho alcune domande.

  • Come faccio a caricare queste mietitrebbie quando si trovano a 3 contee di distanza dal negozio nel mezzo di un campo di grano, in mezzo al nulla?
  • Come faccio a farli funzionare 24 ore al giorno per 10 o 12 giorni di fila quando il raccolto è pronto e il tempo sta arrivando?
  • Come posso ottenere una mietitrebbia da 50.000+ libbre che occupi la larghezza di un’intera strada per tornare al negozio a 20 miglia di distanza quando la batteria si scarica?

C’era un silenzio assoluto all’altro capo del telefono.

Quando il mais è pronto per la raccolta, deve avere il giusto contenuto di zucchero e umidità. Se è troppo bagnato, deve essere messo in giganteschi essiccatori che bruciano gas naturale o propano e molto altro. Il tempo di raccolta è fondamentale perché se si degrada nel contenuto di zucchero o nella qualità, può far diminuire il valore del suo raccolto di mezzo milione di dollari o più. Viene analizzato al momento della vendita. È procedura standard far funzionare queste macchine da 10 a 12 giorni di fila, 24 ore al giorno nel periodo di picco del raccolto. Quando hanno bisogno di carburante, un’autocisterna lo consegna e le macchine continuano a funzionare. L’unica risposta di John Deere è “ci stiamo lavorando”. Sono spinti dall’agenda Zero carbon per imporre queste macchine elettriche all’agricoltore americano.

Queste persone sono fuori controllo. Stanno pasticciando con la produzione di colture alimentari che nutrono persone e bestiame… tutto in nome del loro “sogno verde”.
Cerca di triplicare il costo della tua scatola di cornflakes nei prossimi 24 mesi…”

Via iceagefarmer

Pubblicato in: Complottismo, Facce da gluteo

Non ci sono complotti …


Non so voi ma a leggere cose come questa non riesco a non pensare “scusa non richiesta accusa manifesta” e “ci pisciano in testa e non fanno neanche finta di chiamarla pioggia”.

Pubblicato in: Climatologia portami via, Complottismo, Facce da gluteo

Dispendiose


Il World Economic Forum chiama a porre fine alla proprietà di auto private “dispendiose”.

https://neonnettle.com/news/19677-world-economic-forum-calls-to-end-wasteful-private-car-ownership

Quando vedrò Swab, Gates, la Tumberg e tutti i membri delle elite girare in bicicletta o sugli autobus dei comuni mortali allora inizierò a prendere in considerazione la cosa. Per poi rigettarla.

Pubblicato in: Complottismo

Collegato


Qualcuno sostiene che sia tutto collegato.

  1. 2008 – Crisi dei mutui subprime…
  2. Seguono dieci anni di tassi a zero e crescita del debito incontrollata…
  3. Settembre 2019 – La cuccagna sembra finire da un momento all’altro: la Banca Regolamenti Internazionali lancia l’allarme…
  4. Il 18 ottobre 2019 a New York andava in scena l’Event 201…
  5. Il 20 gennaio 2020, gli stessi vertici delle nazioni e dei maggiori centri di potere si riuniscono nuovamente a Davos
  6. Fase finale: I militari vengono dispiegati sui territori, le libertà individuali vengono praticamente azzerate…
  7. Nel pieno della crisi economica dovuta alle misure adottate per il Covid, viene scatenata anche una guerra civile interna agli Stati Uniti sfruttando e fomentando l’odio razziale.

Ora i punti 6 e 7 non si sono verificati in modo così plateale. Oppure non si sono ancora verificati, un po’ come nel meme di Bart Simpson “È il peggior giorno della mia vita – È il peggior giorno della tua vita finora!