Bel Paese di merda, Le tasse sono una cosa bellissima, leviatano

Aggredire il contante… nelle case.


Da Contanti, un tesoro da 200 miliardi: rispunta l’ipotesi sanatoria tra forfait e titoli di Stato

Il Sole 24 ORE:

Quella sgenia di Maria Elena Boschi una ne pensa e cento ne fa. Leggete cosa avrebbe dichiarato:

«Dobbiamo porci il problema di come incentivare l’utilizzo della moneta elettronica in Italia. Valutare leggi fiscali che possano aumentare in una prima fase l’utilizzo della moneta elettronica. E dobbiamo porci il problema di come aggredire il contante che è presente nelle case: utilizzare il contante senza consentire operazioni di pulizia di chi ha ottenuto quel denaro in modo illecito».

Secondo costei sembrerebbe che avere denaro contante in casa sarebbe già esso stesso prova di una sua provenienza illecita. Già, secondo costei saremmo tutti spacciatori di droga, sfruttatori della prostituzione, riduttori in schiavitù, mercanti di armi eccetera eccetera. O forse no? Ah, già dimenticavo che secondo codesti sinistri personaggi è “illecita” qualsiasi attività dove quell’organizzazione simil-mafioso militare, occhiuta, vampira ed insaziabile non ha ricevuto il pizzo, che poi sarebbe la stragrande maggioranza dei profitti.

E poi si chiedono perché i giovani, le aziende e chi ha voglia di fare scappa da questa ributtante burocrazia!

Continua a leggere

Annunci
Bel Paese di merda, Le tasse sono una cosa bellissima

Andare a messa


[LADOMENICA - 38]  LADOMENICA/PAGINE ... 1 - 04/01/16Riprendo questo testo proposto da Luca Maria Blasi su STATO MINIMO dalla bacheca di Arabella Stracciari. Lo faccio sottoscrivendolo su tutta la linea perché il messaggio è vero e verace. Non ho tentato di sbufalare nomi e fatti perché chiunque sia intellettualmente onesto non può far altro che ritrovarsi o ritrovare situazioni analoghe.

ANDARE A MESSA

Continua a leggere

Bel Paese di merda, Le tasse sono una cosa bellissima

Dagli all’idraulico EVASORE!


Dagli all’idraulico EVASORE!!!!!

La matematica non é un’opinone, facciamo i conti in tasca all’idraulico che ti ha fatto i lavori in casa, dunque sei un fortunato che ha lavoro SEMPRE, da 30 euro l’ora piu’ ricambi, 240 al giorno (otto ore ALMENO) 5000 al mese per 11 mesi, quindi con un reddito imponibile di 55000 euro! A leggere le statistiche uno veramente RICCO!!

17220 se ne vanno di irpef, 12747 di inps e 2651 di Irap, 1441 di INAIL quindi in totale 34059 ( = 62%!!)!

Te ne rimangono 20941 : 12 = 1745 al mese, senza liquidazione, senza tredicesima, senza premio di produzione, senza permessi o malattia, questo importo ricalcolato comprendendo liquidazione, tredicesima, permessi ecc corrisponde allo stipendio di un dipendente che prende 1396 euro al mese!!!

Per semplicità non ho considerato le spese e i costi che non sono deducibili totalmente o parzialmente (carburanti e mezzi) e quindi vanno ad aumentare il monte tasse e ridurre lo “stipendio”!

Tutto questo nella realtà reale, senza avere orari, sabati o domeniche che siano, senza alcuna certezza di lavorare sempre, pregando che il telefono suoni tutti i giorni.

Ciliegina sulla torta, gli importi di cui sopra DEVONO essere versati in ANTICIPO l’anno prima senza alcuna certezza di arrivarci a quei risultati….. il caso considerato é di quelli fortunati non dimentichiamolo.

Forse adesso é un po più chiara la necessita’ di “RISPARMIARE” sulle imposte, giusto per VIVERE DECOROSAMENTE! In alternativa, prego, si faccia avanti chi sa, e ci insegni a tutti come si fa!!!!

Grazie ad Antonio Rondinelli per avercelo ricordato.

C’è chi suggerisce un salutare scambio di ruoli tra il vessatore – l’impiegato all’Agenzia delle entrate – ed il vessato – il contribuente, notando la colossale, tragica ignoranza di chi se la prende con questa evasione.

Questa è la realtà di uno Stato accattone che ha burocraticamente stritolato il cittadino di mille voci di imposta che prese singolarmente vengono tranquillamente giustificate ma che nel computo totale sono ASSOLUTAMENTE INACCETTABILI!!! E di cittadini ingenui, anche questo bisogna dirlo che non sanno farsi i conti in tasca: sfido, bisogna essere COMMERCIALISTI per riuscirci!!!!!

Salva

Bel Paese di merda, Le tasse sono una cosa bellissima

95 miliardi buttati nel gioco


In pratica ingrassano i loro aguzzini. Ma quanto pirla sono?

marcommarco:

Nel 2016 gli italiani hanno speso al gioco il 4,4% del Pil, poco meno di quanto spendono per mangiare, il triplo di quanto spendono per l’istruzione. Un dato che ha pochi eguali al mondo. E che rappresenta un fardello insopportabile, per un Paese in crisi

mi sale la tristezza

(Source: 3nding)

Continua a leggere

Bel Paese di merda, Le tasse sono una cosa bellissima, leviatano

Tempo di approvazione: UN giorno


parlamento-vuotoDue Camere paritarie in un solo giorno approvano l’aumento di 20 miliardi del Debito Pubblico per salvare MPS.
E per 6 mesi mi avete tritato le palle col referendum dicendomi che bisognava votare SI per abolire il Senato e velocizzare l’approvazione delle Leggi.
Ma andate affa ….

Continua a leggere