Pubblicato in: Le tasse sono una cosa bellissima, leviatano

Affama la bestia


Per farsi pagare un servizio del valore di € 453,60 (il netto), uno dovrebbe chiederne al suo cliente €1.220.

Chi non lo fa sarebbe un criminale evasore ma chi determina tutto questo è CRIMINOGENO. Chi lo approva e lo spinge è IL MANDANTE (sempre che non sia un parassita statale che sull’estorsione ci campa. Chi approva e spinge tutto questo è pure un idiota: ogni 100 che lo stato estorce, 70 vanno allo stipendificio, 20 agli amici degli amici e solo 10 in “servizi”) .

#AFFAMALABESTIA

Se poi aggiungiamo che con le tasse finanziano la guerra non possiamo che concludere che l’evasione fiscale è un dovere morale.

Pubblicato in: Bel Paese di merda, burocratosauro, Le tasse sono una cosa bellissima, leviatano

460 milioni nel cesso


Ricordatevelo quando andrete a votare. É opera del Piddì, del Movimento 5 Stelle, di Dimaio.

E della Lega, di Forza Italia.

Purtroppo il popolo delle partite iva ha scelto in tempi non sospetti di appoggiare Fratelli d’Italia. Ricontrollerò

“Il biliardino è un gioco d’azzardo”. Ecco cosa si è inventato il governo per spremere gli italiani


“Il biliardino è un gioco d’azzardo”. Ecco cosa si è inventato il governo per spremere gli italiani

Maledetti schifosi. Come arazzo si fa a considerare d’azzardo il calcio balilla? È la cosa più innocente del mondo!
Maledetti.
Purtropponon c’è nulla di strano. Lo stato va oltre ogni tua peggiore immaginazione. Regolarmente.
Pubblicato in: Bel Paese di merda, Le tasse sono una cosa bellissima

Meglio?



La Banca d’Italia ci dice che stavamo molto meglio 30 anni fa. Cioè prima della UE di Maastricht.

Percentuale popolazione finanziariamente povera

  • – 1989: 27% – 2016: 44%

Percentuale popolazione a rischio povertà

  • – 1989: 15% – 2016: 24%

Entrambe le condizioni
 1989: 10% – 2016: 20%

Di Marco Piccardo, su FB

Pubblicato in: Bel Paese di merda, Le tasse sono una cosa bellissima

Apparentemente ragionevole


Sulle prime sembra ragionevole

Poi leggi Sebastiano Jean che commenta così:

Produttività ferma causata da una bassa domanda che è stata contratta proprio a partire dal blocco degli aumenti salariali. La produttività dipende dalla domanda ossia dai salari.

Il motivo di tutto ciò sta nel recupero di competitività dall’interno in assenza di una moneta nazionale flessibile.

Magari riordinare il nesso causa-effetto non sarebbe male…

Io di economia non ci capisco quasi nulla, ma anche questa mi pare assai sensata.

Poi ci sarebbe da aggiungere che spesso lo stesso prodotto edile come per esempio il calcestruzzo della stessa qualità in italì costa il 30-40% in meno che in Germania e in Francia: un conoscente mi diceva che il C25/30 qui si deve vendere a 70-75€/m³ mentre i cugini d’oltralpe per meno di 110-120€ ti ridono in faccia. E già così si spiega tutta la differenza di “produttività” visto che è definita come costo del lavoro diviso prezzo di vendita del prodotto.

Altra cosa. Le TASSE. La tasse sul lavoro sono qualcosa di scandalosamente indecente. «Operaio, ma lo sai che guadagni più di 3000€ al mese?» l’ho scritto più di dieci anni fa ed è ancora perfettamente valido. E l’ho ribadito nel 2019 (Inutile spiegarlo) e prima ancora nel 2017, I dipendenti pagano il 66% circa di tasse


Le paghe degli amministratori locali aumenteranno notevolmente, arrivando in alcuni casi anche a raddoppiare: è ciò che è stato stabilito nel silenzio più assoluto dal Parlamento, tramite una disposizione contenuta all’intero della legge di Bilancio per il 2022. Ad essere particolarmente interessati dalla norma, sono i sindaci delle città capoluogo di regione, di provincia e…

Nel silenzio più assoluto il Parlamento ha raddoppiato le paghe degli amministratori locali — L’INDIPENDENTE

Nel silenzio più assoluto il Parlamento ha raddoppiato le paghe degli amministratori locali — L’INDIPENDENTE

Pubblicato in: Bel Paese di merda, burocratosauro, Le tasse sono una cosa bellissima

Vi siete fidati?


Vi siete fidati dello stato? Come al solito avete fatto male!

“Avete preso i ristori? Ora lo Stato potrebbe richiederveli indietro”: la trappola in cui vuole farvi cadere