La verità sulle madrasse


La verità fa male per chi vuole negare la realtà:

  • “In questa città, ci sono molte scuole private musulmane e madrasse. Fanno tutte finta di predicare la tolleranza, l’amore e la pace, ma non è vero. Dietro le loro mura ci costringono a ripetere i versetti del Corano, a proposito di odio e intolleranza.” – Ali, un 18enne di origine francese, il cui padre si è radicalizzato.

  • “In Inghilterra, sono liberi di esprimersi. Non parlano che di divieti, impongono la loro visione rigida dell’Islam, ma d’altra parte non ascoltano nessuno, soprattutto quelli che non sono d’accordo con loro.” – Yasmina, a proposito dei musulmani estremisti presenti nel Regno Unito.
  • “Birmingham è peggio di Molenbeek” – il quartiere di Bruxelles che secondo The Guardian “sta diventando noto come l’epicentro del jihadismo in Europa”. – Un commentatore francese, che ha ripubblicato un articolo di Rachida Samouri.

La città di Birmingham nelle Midlands occidentali, il cuore dell’Inghilterra, il luogo in cui è iniziata la Rivoluzione industriale, la seconda città più popolosa del Regno Unito e l’ottava d’Europa, oggi è la città più pericolosa della Gran Bretagna. Con una popolazione musulmana in forte crescita, cinque delle sue circoscrizioni elettorali presentano il più elevato livello di radicalizzazione e terrorismo del paese.

Continua a leggere

Un poverino perseguitatino politichino


 L’assassino di Manchester veniva da una famiglia di “perseguitati politici” da Gheddafi. Due considerazioni:
  1. Non è che tutti i perseguitati politici siano esattamente degli Antonio Gramsci o degli Andrej Sakharov.
  2. i “dittatori” arabi sapevano come trattare l’estremismo islamico. Le ricette di Gheddafi, di Assad, di El Sisi sono le uniche praticabili contro questa gente.

Continua a leggere

2 generazioni


Come tantissimi Brianzoli sono affezionato cliente dei supermercati creati dalla buonanima del fu Caprotti.

E Rockfeller sì. Qualcosa di buono l’ha fatto. Perlomeno in questo caso.

Tralasciamo il fatto che ha fatto una svalangata di innovazioni.

Oggi andavo sul  sito di Esselunga che ha appena celebrato i suoi 60 anni.

Ho trovato questa foto:

Io non so se riuscite ad intuire così ad occhio cosa significa.

Continua a leggere

Femministe ecco il volto di islam.


Sulla sinistra una femministoide occidentale che crede la cultura occidentale la opprima e che in islam la donna sia "protetta". Sulla destra una ragazza che ha provato le gioie della sottomissione ad islam: suo padre le ha sfigurato il volto con l'acido perché si è rifiutata di sposare un uomo molto più vecchio di lei e già sposato.

Sulla sinistra una femministoide occidentale che crede la cultura occidentale la opprima e che in islam la donna sia “protetta”. Sulla destra una ragazza che ha provato le gioie della sottomissione ad islam: suo padre le ha sfigurato il volto con l’acido perché si è rifiutata di sposare un uomo molto più vecchio di lei e già sposato.