Le tasse sono una cosa bellissima

«Lo Stato non può aumentare l'occupazione: più tasse e debito distruggono con una mano i posti di lavoro creati con l'altra»  - Ludwig Von Mises
«Lo Stato non può aumentare l’occupazione: più tasse e debito distruggono con una mano i posti di lavoro creati con l’altra» – Ludwig Von Mises
Annunci
Sottomessi e sanguinari

islam è solo ideologia


islam non è una razza… islam è semplicemente una serie di credenze e non è fobia dire che islam è incompatibile con la democrazia liberale. (Ayaan Hirsi Ali)

Questa la citazione di Ayaan. La realtà mostra che quando è applicato nella sua interezza islam è una ideologia di morte, sterminio e soggiogamento.

cristofobia, Sottomessi e sanguinari

Islam non è una razza; islam è solo una serie di idee


islam NON è una razza, ma una serie di idee. Smettetela di chiamarmi “razzista” perché critico qualcosa che non è una razza. Smettetela di dirmi che non ho diritto di farlo. Vivo in una società libera dove le persone possono discotere apertamente e criticare le idee. La mia critica all’islam non fa di me un bigotto. Il tuo bisogno di zittirmi rende te un bigotto.

Citazioni, Sinistro

Mi accodo al buon Andrea Sartori ed al appello su faccialibro:

La cosa che fa incazzare della gauche caviar sono le firme pro Battisti. Perché tutto questo amore per un assassino? Ma vi piacciono ben tanto quelli che ammazzano la gente?

Ma non sono nemmeno Saviano e Vauro quelli che fanno più incazzare. I peggiori sono gli intellò francesi, i Pennac, le Fred Vargas e via discorrendo.

Ma sono gli strascichi dell’infame politica di Mitterand, che ospitò assassini spacciandoli per perseguitati politici di un Paese come il nostro che avrà mille difetti, ma di sicuro non è il Cile di Pinochet.

Ma a questi che vivono protetti nelle loro bolle di sapone piace tanto il terrorismo?

Bel Paese di merda

I meriti del mascarato


Ve lo ripropongo e lo sottoscrivo appieno:

Per quanto si possa dire male del ruolo degli Stati Uniti o di personaggi come Andreotti e Craxi nella Prima Repubblica e poi di Berlusconi nella Seconda, tutti questi ebbero il merito di impedire che i comunisti prendessero il potere.
Nessuno dopo Berlusconi è riuscito più a impedirlo e due sono le colpe di Berlusconi: prima quella di aver reso presentabili certi personaggi da destra e poi la sua resa che ha fatto sì che i rossi che si spacciano per liberali potessero andare al potere (grazie anche a Napolitano, il peggior presidente della Repubblica di sempre).

Continua a leggere

Uncategorized

“Spifferi parte XLV: Il Cardinale Sarah verrà prepensionato entro la fine dell’anno” di Fra Cristoforo


Anonimi della Croce

Spifferi parte XLV: Il Cardinale Sarah verrà prepensionato entro la fine dell’anno” di Fra Cristoforo

C’era da aspettarselo. Nei giorni scorsi si è tenuto quel famoso C9 in Vaticano. I nove cardinali consiglieri di Omissis, che stanno lavorando sulla riforma della curia (http://it.radiovaticana.va/news/2017/09/14/maradiaga_quasi_pronta_la_proposta_di_riforma_della_curia_/1336839).

Uno dei punti all’ordine del giorno è stata la sostituzione del Cardinale Sarah, come prefetto della Congregazione per il Culto Divino. La mia fonte mi ha riferito che questo punto ha trovato tutti i cardinali pressochè d’accordo. Anche perché l’ordine partiva dall’alto. Da Santa Marta. E tutti obbedienti hanno deciso di decapitarlo.

Questa sostituzione avverrà nell’incontro che il C9 dovrà tenere nel mese di Dicembre 2017. Insieme ad altri cambiamenti ma di minore importanza. Ancora non si sa chi dovrà essere il prossimo Prefetto. Ma una cosa è certa: era già nell’aria. Ormai Sarah stava come Prefetto in quella Congregazione come la…

View original post 194 altre parole

Bel Paese di merda, La rete evanescente, La storia si ripete

Amministrative 2017 (Don Camillo e Peppone 2017)…


Devo assolutamente riproporvi qusto geniale pezzo che Andrea Sartori ha proposto su faccialibro. Lo ricopio qui sospettando che prima o poi la censura faccia-librica cali pesante soffocando la voce di Andrea.

AMMINISTRATIVE
(Don Camillo e Peppone 2017)

Anche sul piccolo paese in riva al fiume si erano tenute le amministrative. Aveva vinto, dopo tanti anni, il vecchio Giuseppe Bottazzi detto Peppone, che era stato sindaco negli anni gloriosi del PCI. Aveva battuto suo figlio, Lenin Camillo Libero, che aveva deciso di calcare le orme paterne.

La grande sorpresa fu nelle liste in appoggio ai due candidati: Lenin Camillo Libero aveva scelto di farsi appoggiare da una lista vicina all’ala renziana del Partito Democratico, mentre il vecchio Peppone aveva formato una lista civica appoggiata però dalla Lega Nord. In suo aiuto era addirittura venuto il suo vecchio nemico, monsignor Camillo Tarocci, ritiratosi nuovamente in paese dopo essere stato “pensionato” da Papa Francesco. Ma come mai Peppone era passato dal fazzoletto rosso al fazzoletto verde?

Continua a leggere