Tommaso Labate, Corriere della Pfizera (cit.): “Non si può togliere il supergreenpass e l’obbligo vaccinale perché altrimenti sarebbe come privilegiare chi non si è vaccinato”.

Non si possono togliere le estorsioni mafiose perché altrimenti sarebbe come privilegiare chi non ha pagato il pizzo


L’anima del burocrate esce sempre, quella del “è tutto vietato”.

Provate a leggere questo sfogo delle Guardie del Parco Nazionale d’Abruzzo:

Nei giorni scorsi su Facebook è apparso l’ennesimo video realizzato con un drone non autorizzato all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. Le immagini sono state girate nei pressi del Rifugio Di Iorio – Monte delle Vitelle – a cavallo tra i Comuni di Pescasseroli e Villavallelonga, una delle zone più delicate del Parco.

Nel video insieme agli autori era presente anche un cane che scorrazzava libero e indisturbato in mezzo al paesaggio innevato e che con tutta probabilità era stato portato lassù senza guinzaglio né museruola. Tale situazione, probabilmente “normale” per molte persone, costituisce in realtà una grave violazione alle norme in materia di Accessibilità e Fruizione del Parco.

Ora se sulla faccenda dei cani è abbastanza facile capire il perché ed il percome la storia del drone mi pare pura follia burocratica.