E’ ufficiale: il glifosato contenuto nella pasta provoca la Sla e il morbo di Alzheimer


E’ ufficiale: il glifosato contenuto nella pasta provoca la Sla e il morbo di Alzheimer

La fonte pare essere uno studio dell’MIT, mica il primo complottista che passa per strada. Cioè “Glyphosate pathways to modern disease V”  di Anthony Samsel e Stephanie Seneff. Ora io non conosco l’attendibilità di codesti, ma se stanno “ancora” al MIT, “alfiere” del progresso tecnologico una qualche attendibilità penso la possano avere.

Aggiornamento! Estica, che figura di guano. Che non causasse la celiachia ci potevo credere ma accidenti, hun giro su butac.it potevo anche farmelo. Son caduto come un pollo nella trappola dell’ipse dixit. Però se leggete sotto scoprirete che qualche dubbio l’avevo….🙂

Continua a leggere

Link

The 11 Most Essential Self-Defense Techniques Everyone Needs


The 11 Most Essential Self-Defense Techniques Everyone Needs

queste non ve le riporto che sùn ciàpaa. Andètt su cracked e tie guardet de par tì (I’m busy. You can go to cracked and see them yourselves1)


  1. no, I won’t translate Milanès into Florentine2. I’d rather translate it into English or German. I’d prefer Chinese rather than Florentine. 
  2. the florentine dialect is the thing most of you call “italian” 

Canto-nate


CantoneCerto che oh, i latin g’avevan propri resùn! Nomen omen! Cantone ieri se n’è uscito sostenendo che

«…la riforma Gelmini secondo me ha finito per creare più problemi di quanti ne abbia risolti. Per esempio, ha istituzionalizzato il sospetto: l’idea che non ci possano essere rapporti di parentela all’interno dello stesso dipartimento, il che ha portato a situazioni paradossali». E ha sottolineato che secondo lui «c’è un grande collegamento, enorme, tra fuga di cervelli e corruzione»

No, cioè, scusa tu ritieni davvero che la fuga di cervelli sia provocata dal divieto di rapporti di parentela all’interno del singolo dipartimento?

Ma questa è una universale, sesquipedale cantonata!

Continua a leggere

Link

Aggressione in piazza Duca d’Aosta a Milano: “Sono stati i talebani”


 

Aggressione in piazza Duca d’Aosta a Milano: “Sono stati i talebani”

La vittima, un pakistano ospite in un centro accoglienza, ha raccontato così l’aggressione subìta nella notte in piazzale Duca d’Aosta

Strano, i prefetti non avevano per caso ordinato di tacere sempre la cittadinanza degli aggressori? Bah, forse se le vittime sono anch’essi foresti non vale….